Contattaci
Sessuologia: cura e trattamenti per malattie, disturbi e patologie sessualmente trasmittibili
Sei in: HOME SESSUOLOGIA
Link di approfondimento di questa sezione : Malattie sessualmente trasmissibili ,

L'annessite è un infiammazione degli annessi dell'utero (tube e ovaie)
L'annessite è un infiammazione degli annessi dell'utero (tube e ovaie). Può essere di tipo aspecifico ed è dovuta a germi comuni, quali streptococco, stafilococco ecc., oppure di tipo specifico ed allora è dovuta a lue, tubercolosi o blenorragia. La malattia può presentarsi in forma acuta o cronica. Nelle forme acute l'annessite si manifesta con febbre, dolore ai quadranti bassi dell'addome, perdite vaginali maleodoranti ecc. Nelle forme croniche i dolori sono lievi, ma costanti e le perdite vaginali continue. L'affezione può essere causa di complicazioni varie (pelviperitonite, ascesso localizz [LEGGI RESTANTE]



Mezzi anticoncezionali: coitus interruptus, vasectomia, sterilizzazione
I mezzi anticoncezionali sono pratiche atte a impedire la fecondazione dell'ovulo da parte dello spermatozoo. I mezzi più comuni sono: l'uso di un profilattico, l'emettere il liquido seminale fuori della vagina (coitus interruptus), affrontare, per l'uomo, una operazione di legatura dei dotti deferenti (vasectomia, in teoria reversibile, anche se con numerose difficoltà) o la resezione o legatura delle trombe di Falloppio per la donna (sterilizzazione che nel caso di legatura è, per il 75% reversibile). La donna può avvalersi dell'applicazione di un diaframma vaginale che impedisce meccanicamente [LEGGI RESTANTE]


L'aspermia è causa di sterilità maschile
L'aspermia è assenza di spermatozoi nella secrezione spermatica. Può essere "reale" quando i testicoli sono atrofici; "apparente" quando lo sperma viene prodotto ma non espulso (eiaculato) all'esterno a causa di malformazioni anatomiche del pene o per ostacoli meccanici che non consentono agli spermatozoi di passare dal testicolo alle vescicole (ad esempio nel caso di lesioni infiammatorie che sono causa di stenosi dei dotti deferenti). L'aspermia è causa di sterilità maschile e deriva da processi settici a carico del testicolo (orchite) o da atrofia degli stessi, da castrazione, ipoevolutismo ecc [LEGGI RESTANTE]


La cicroincisione è un intervento chirurgico consistente nell'escissione parziale o totale del prepuzio
La cicroincisione è un intervento chirurgico consistente nell'escissione parziale o totale del prepuzio. La circoncisione, se praticata con le dovute misure antisettiche, non porta conseguenze dannose, ma solo vantaggi; con la circoncisione, infatti, si rende possibile una pulizia accurata del solco balano-prepuziale dal ristagno di smegma, potendosi così evitare i processi infiammatori locali (balanopostiti) così frequenti nei soggetti portatori di fimosi complete o incomplete. L'intervento di circoncisione si pratica appunto con questa ultima indicazione. In alcune civiltà è pratica religiosa e viene [LEGGI RESTANTE]


Dopo il coito, le vene si aprono, lasciando defluire il sangue dal pene.
Per ottenere un'erezione, diverse parti del corpo devono funzionare all'unisono. Il cervello invia messaggi attraverso i nervi, per controllare i livelli ormonali, il flusso sanguigno e i muscoli che causano l'erezione. Se si verifica un'interferenza fra questi messaggi, o se una parte del sistema non funziona correttamente, non si otterrà l'erezione. Il cervello controlla tutte le funzioni sessuali responsabili di un'erezione, dallo stimolo che provoca eccitazione all'inizio e al controllo dei cambiamenti psicologici, ormonali, nervosi e del flusso sanguigno.
Le arterie inviano una quantità maggiore [LEGGI RESTANTE]


Impotenza e fattori vascolari:fumo, l'ipertensione, il diabete mellito rappresentano quindi notevoli fattori di rischio per l'impotenza su base vascolare
La riduzione della funzione erettile, sebbene costituisca di per sé una patologia benigna, presenta spesso un importante impatto sullo stato di salute generale di molti uomini. Si stima che negli USA 10 milioni di uomini soffrano di impotenza. Nel 1985 in usa si sono eseguite oltre 400.000 visite ambulatoriali e oltre 30.000 ricoveri ospedalieri per tale patologia, con un costo totale di 146 milioni di dollari. Gli studi epidemiologici sull'incidenza dell'impotenza si sono dimostrati difficili e incompleti, per motivazioni svariate, principalmente l'impatto psico-socio-etico di tale malattia.
L'impoten [LEGGI RESTANTE]


Ormoni e impotenza: la maggior parte del testosterone è prodotto dalle cellule di Leydig nel testicolo e una piccola quota è secreta dal surrene.
Gli ormoni maschili, gli androgeni, influenzano la crescita e lo sviluppo dell'apparato riproduttivo maschile e sono coinvolti nell'acquisizione delle caratteristiche sessuali secondarie (la barba, la muscolatura ecc.). Il loro effetto sulla libido e sul comportamento sessuale è ben noto, ma l'azione degli androgeni sul meccanismo dell'erezione non è ancora ben chiarito. E stata avanzata l'ipotesi che nell'uomo il testosterone aumenti la libido, ma non sia coinvolto direttamente nell'erezione durante il rapporto sessuale. Certi stimoli sembrano sensibili agli androgeni, certi altri stimoli no. Negli uomini [LEGGI RESTANTE]


Impotenza psicogena, Impotenza neurogena, Impotenza da cause iatrogene.
Cause psicologiche (impotenza psicogena). Sino all'ultimo decennio l'impotenza era stata attribuita a cause psicologiche per la maggior parte dei casi. Nell'uomo la presenza di disfunzione sessuale permette di svelare l'esistenza ad esempio di un disaccordo coniugale nel 25% dei casi. Depressione, nevrosi, stati ansiosi hanno frequentemente risvolti sulla sfera sessuale, e spesso i farmaci utilizzati nella cura di questi problemi mostrano ripercussioni negative sull'erezione. Una valutazione psicologica del paziente può essere fatta grossolanamente con l'anamnesi, ma nel caso la diagnosi si indirizzi [LEGGI RESTANTE]


Eiaculazione precoce
L'eiaculazione precoce è senz'altro un problema molto diffuso, anche se attualmente non esistono casistiche sulla reale incidenza di tale patologia; si presume comunque che ne possano essere affetti circa il 15% dei maschi adulti.
Senza dubbio si tratta di un problema andrologico assai importante, giacché rappresenta il secondo motivo di consultazione specialistica dopo l'impotenza. In effetti negli ultimi decenni l'evoluzione culturale ha portato il maschio adulto, oggi, a riservare maggiore attenzione al soddisfacimento sessuale della propria partner; si verifica di conseguenza anche una cresciuta a [LEGGI RESTANTE]


Diagnosi della disfunzione erettile
II momento più importante nella diagnosi della disfunzione erettile è rappresentato dalla raccolta accurata dell'anamnesi dal paziente e dall'esame obiettivo, cioè la visita. Dovranno essere indagate tutte le aree di alterazione della funzione sessuale, inclusa la perdita o diminuzione del desiderio, la disfunzione erettile, la disfunzione eiaculatoria, le difficoltà dell'orgasmo. L'esatta natura della disfunzione erettile deve essere accertata: bisogna verifìcare se essa è completa o parziale, se è saltuaria o costante e inoltre l'epoca e la situazione d'insorgenza, da quanto tempo il problem [LEGGI RESTANTE]


Una vita sessuale sana aiuta a superare le tensioni sia fisiche che psichiche.
I rapporti sessuali se sono vissuti in modo sano e giusto costituiscono un'ottima forma di rilassamento ed aiutano il soggetto a mantenere un buon equilibrio fisico e mentale, giovano alle condizioni generali di salute e restituiscono la voglia di vivere. Oltre a procurare un intenso piacere fisico, l'attività sessuale riesce anche a mettere in comunicazione nel modo migliore e più totale i due membri della coppia, dando una sensazione di completezza e di felicità all'insegna della quale diventa più facile risolvere i problemi quotidiani. Allorché esiste un vero accordo sessuale non sussistono tensioni [LEGGI RESTANTE]


Contraccettivi: linee guida per pillola, preservativo, spirale e metodi ritmici
Oggi abbiamo a disposizione diversi metodi per evitare gravidanze indesiderate. Ogni sistema anticoncezionale ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi: non esiste il contraccettivo «ideale» in assoluto. Sta alla donna scegliere a seconda delle sue preferenze, della sua situazione di coppia, del suo stato di salute, del periodo che sta attraversando il metodo che considera più adeguato alle sue esigenze. Ecco una guida per orientarsi in questa scelta.
Pillola.
E' un contraccettivo ormonale: contiene infatti due ormoni femminili, estrogeno e progesterone, che si sostituiscono a quelli pro [LEGGI RESTANTE]


La stanchezza psicologica, la routine, l'incomprensione agiscono sul desiderio sessuale come potenti sonniferi.
Per molto tempo si è pensato che il desiderio sessuale fosse una prerogativa maschile. Oggi si sa che anche le donne lo provano, ma il loro desiderio appare più volubile e instabile di quello degli uomini. In una coppia, per esempio, capita abbastanza spesso che lui ne abbia sempre voglia, e lei ne abbia voglia, ma non sempre. In parte questo si spiega con la diversità biologica tra i sessi. Secondo alcune teorie, infatti, il desiderio femminile seguirebbe gli alti e bassi dei livelli ormonali che, nel corpo della donna, ogni mese hanno delle fluttuazioni. In particolare, quando si abbassano gli androgeni [LEGGI RESTANTE]


Il sesso genetico, il sesso gonadico e il sesso morfologico.
È esperienza quotidiana che, nel nostro vivere biologico, psicologico e sociale, entriamo in relazione con gli altri in quanto maschi o femmine. Per quanto oggi si cerchi di eliminare le caratteristiche e, di conseguenza, i ruoli specifici di ciascun sesso, non si può negare che tutto il nostro agire o pensare risenta del nostro essere diversi, o maschi o femmine, e ne venga in un certo senso condizionato. Tale diversità non è limitata ai soli aspetti anatomici e fisiologici, ma coinvolge anche elementi psicologici e sociologici: dal corpo alla mente, dalla ragione all'affettività, la persona è influen [LEGGI RESTANTE]


Cosa è l'ermafroditismo?
Il bambino al momento della nascita viene definito maschio o femmina a seconda dell'aspetto dei genitali esterni: da quel preciso momento egli verrà educato dai genitori secondo il sesso che gli è stato attribuito (basti pensare ai colori scelti per il suo primo vestitino in funzione del suo sesso). Il concordare armonioso del sesso genetico, gonadico, morfologico e di educazione o sociale, farà sì che il bimbo sviluppi molto precocemente, entro il primo anno di vita, l'identità di genere, cioè identifichi se stesso come maschio o come femmina. Durante il complesso processo di sviluppo sommariamente d [LEGGI RESTANTE]


Le trasformazioni che avvengono nel corpo dalla pubertà riguardano: distribuzione dei peli pubici, sviluppo scheletrico, disposizione del tessuto adiposo e voce.
Il sesso fenotipico. Per sesso fenotipico si intende quell'insieme di caratteristiche che fanno sì che un individuo possa essere definito dall'aspetto esteriore o maschio o femmina. A parte la struttura dei genitali esterni, che già alla nascita ci consentono di distinguere un bambino da un bambina, il resto dei caratteri sessuali detti anche « secondari » per distinguerli dai caratteri « primari », determinati dalla differenziazione delle gonadi (sesso gonadico) e dei genitali interni ed esterni (sesso morfologico) si rendono manifesti al momento della pubertà . Con il termine pubertà si indica [LEGGI RESTANTE]


L' apparato genitale femminile : le ovaie, le tube, l'utero e la vagina, e in genitali esterni, denominati vulva.
Conoscere l'anatomia, cioè la conformazione macroscopica e la struttura microscopica dei vari organi che compongono il corpo umano, costituisce la premessa indispensabile per comprendere il loro funzionamento (fisiologia): ogni singola componente del nostro organismo, anche la più piccola, ha una sua precipua struttura finalizzata a un ben preciso scopo. Ogni organo è deputato a una o più funzioni e quasi sempre, per svolgere pienamente il suo compito, coopera in armonia con altri organi a volte anche anatomicamente molto distanti. Per fare ciò instaura con essi una fitta corrispondenza servendosi soli [LEGGI RESTANTE]


L'apparato genitale maschile: testicolo, dotti e pene.
L'apparato genitale maschile è costituito dai testicoli (gonadi maschili); da due lunghissimi condotti, uno per testicolo, che consentono alle cellule germinali qui prodotte di raggiungere l'esterno e che, strada facendo, assumono nomi e struttura diversi: epididimo, dotto deferente, dotto eiaculatore, uretra; dalle vescichette seminali e dalla prostata che producono il liquido seminale; infine dall'organo della copula, il pene.
Il testicolo è un organo pari che presenta molte analogie con l'ovaio: è deputato alla produzione degli « spermatozoi » e ha funzione endocrina, producen [LEGGI RESTANTE]


Quali sono i fenomeni che avvengono nel maschio e nella donna durante il coito.
Il coito o rapporto sessuale completo consiste nell'introduzione del pene nella vagina, cui fa seguito l'eiaculazione. L'atto del coito presuppone l'erezione del pene: questo infatti, da piccolo e flaccido come è allo stato di riposo, diviene rigido e si allunga mediante un meccanismo riflesso che parte dai genitali stessi, giunge al sistema nervoso centrale e da qui sotto forma di impulsi efferenti, torna a stimolare i nervi erettori i quali provocano un maggior afflusso di sangue ai corpi cavernosi del pene che così diviene rigido e si allunga. Lo sfregamento del glande contro la mucosa vaginale p [LEGGI RESTANTE]


Gli ormoni sessuali: gli effetti degli estrogeni e degli androgeni.
Gli ormoni sessuali, prodotti dalle gonadi femminili e maschili, raggiungono attraverso il torrente circolatorio tutti i distretti dell'organismo ed esplicano su di essi azioni diverse.

Gli estrogeni nella donna non solo hanno il ruolo di stimolare la crescita e mantenere la funzione degli organi riproduttivi, ma intervengono anche nella regolazione di molti processi metabolici e nel mantenere il trofismo di molti tessuti anche non strettamente correlati con la funzione riproduttiva:

— agiscono sull'ipotalamo e sull'ipofisi regolando la produzione delle gonadotropine, [LEGGI RESTANTE]


Sintomi e cause della dismenorrea, consigli per combattere la dismenorrea per liberare la donna dal periodico dolore mestruale
Con il termine « dismenorrea » si indica una mestruazione accompagnata da sintomi di dolore più o meno intenso, solitamente crampiforme, intermittente, localizzato al di sopra del pube con irradiazione alla radice delle cosce e alla regione lombare e sacrale. Insorge poco prima o contemporaneamente alla comparsa del flusso mestruale, raggiunge la massima intensità entro 24 ore e può durare da poche ore a 2 giorni; solo di rado persiste per tutta la durata della mestruazione. Spesso si accompagna ad altri disturbi quali debolezza, mal di testa, irritabilità, nausea e vomito, [LEGGI RESTANTE]


Magrezza e obesità possono comportare alterazioni della funzione del sistema ipotalamo-ipofisario che provoca un ridotto funzionamento dell'apparato riproduttivo in entrambi i sessi.
L'adolescente, maschio o femmina, rappresenta senza dubbio un soggetto particolarmente a rischio per squilibri dietetici, perché da una parte l'organismo in crescita comporta un aumento del fabbisogno energetico, di grandi quantità di ferro e di calcio, dall'altra è frequentemente influenzalo nelle sue abitudini alimentari da vari fattori tra i quali l'aspetto estetico ha un posto di primo piano: le ragazze inseguono l'obiettivo di un corpo magro, sottoponendosi a rigide diete dimagranti, i ragazzi quello di un corpo muscoloso, privilegiando diete ricche di proteine e vitamine. Del resto non sono pochi g [LEGGI RESTANTE]


La sterilità si può prevenire, in modo tale che la fecondità o fertilità non sia compromessa insieme al desiderio di concepire un figlio.
La fecondità, o fertilità, è la capacità di procreare. Una donna è feconda da quando le compaiono le mestruazioni fino alla menopausa. Un uomo è fertile in teoria dalla pubertà alla vecchiaia, finché produce spermatozoi. La fecondità, in una coppia, dipende dalla possibilità che il seme maschile incontri l'ovulo femminile. Perché avvenga il concepimento, dunque, occorre che ci sia un rapporto sessuale completo, non protetto da contraccettivi, nel periodo dell'ovulazione. Non sempre però un rapporto che avviene a queste condizioni porta al concepimento. Una coppia che, nonostante le [LEGGI RESTANTE]


Frigidità: quali sono le cause della frigidità? come si cura la frigidità?
Quando una donna non prova nessun piacere agli stimoli sessuali, non si eccita e non raggiunge l'orgasmo si dice che è frigida, cioè fredda. Un tempo la frigidità era considerata una caratteristica naturale della personalità femminile, tanto che un po' tutte le donne venivano viste dagli uomini come delle "belle addormentate" che dovevano essere "risvegliate". E se una donna invece non si svegliava? Il marito non se ne dispiaceva affatto, era contento di avere accanto un'ottima e fidatissima moglie, una madre perfetta, anche se un'amante distratta. Dal canto loro, le donne accettavano di essere cosi. non [LEGGI RESTANTE]


Evoluzione dei caratteri sessuali primari e secondari nel periodo della pubertà.
La « pubertà » è la fase della vita in cui un individuo si trasforma da bambino in adulto e, come la gran parte dei grandi eventi biologici, si verifica gradualmente, nell'arco di alcuni anni: tali eventi hanno la finalità non solo di preparare gli organi dell'apparato genitale al loro ruolo riproduttivo, ma anche di trasformare tutto il corpo, psiche compresa, per consentirgli di essere adatto alla riproduzione. Infatti, da una parte gli organi genitali interni ed esterni assumeranno le caratteristiche dell'adulto, dall'altra si svilupperanno i cosiddetti caratteri sessuali seconda [LEGGI RESTANTE]


Herpes labiale, herpes genitale e herpes zoster.
Uno dei germi più diffusi tra quelli che sono ospiti dell'organismo umano è l'herpes. Si tratta di un virus che, dopo essere pene­trato nel corpo e aver causato la prima in­fezione, tende a insediarsi nell'organismo per lunghissimo tempo e a generare di tan­to in tanto altri episodi infettivi: ciò dipen­de dal fatto che l'herpes riesce a neutraliz­zare efficacemente l'attacco degli anticor­pi. Ed ecco l'elenco delle più frequenti in­fezioni che vengono causate da questo virus.

Herpes labiale (o "febbre"). È di gran lunga la più frequent [LEGGI RESTANTE]


Dall'apparato riproduttore maschile all'apparato riproduttore femminile: il lungo viaggio dello spermatozoo che precede il climaterio.
La caratteristica fondamentale degli esseri viventi è la capacità di riprodursi, cioè di dare origine ad altri esseri simili a sé, e in questo modo perpetuare la specie e la vita stessa. Tutti gli organismi, dai più semplici ai più complessi, hanno questa capacità; nell’uomo ed in gran parte delle altre specie la riproduzione è di tipo sessuale, perché ad essa concorrono due individui di sesso differente: quello femminile e quello maschile, dotati di diversi organi specializzati in questa funzione. Questi organi costituiscono l’apparato genitale, o apparato riproduttore. [LEGGI RESTANTE]


Come reagire a quel complesso di problemi che fanno della menopausa e del climaterio uno dei periodi più critici dell'esistenza di una donna?
II termine menopausa indica la definitiva scomparsa delle mestruazioni. La menopausa è un momento di un periodo lungo e complesso durante il quale l'organismo femminile va incontro a tutta una serie di modificazioni, causate dal progressivo declino della funzione ovarica. Questo periodo (climaterio) dura in media quattro-sei anni e si colloca tra i quaranta e i cinquantacinque anni di età. Tutte le donne sanno che, a un certo punto, vedranno diradarsi e poi scomparire gli appuntamenti mestruali. Sanno anche che questo fenomeno si accompagna spesso a disturbi fastidiosi. Ma poche sanno perché tutt [LEGGI RESTANTE]







Letture correlate:

I tabù del maschio italiano


   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.