Contattaci
Medicina delle dipendenze:Alcolismo , Dipendenza dalle droghe , Gioco d'azzardo , Tossicodipendenze , Sesso e Fumo

L'assuefazione si instaura con meccanismi diversi da caso a caso
Per assuefazione si intende una progressiva tolleranza acquisita dall'organismo ad un farmaco o altra sostanza somministrato ripetutamente. L'organismo ha acquisito una resistenza al farmaco e per ottenere determinate azioni farmacologiche sarà perciò necessario aumentarne costantemente la dose. Potranno così essere tollerate, senza fenomeni tossici acuti e senza morte, dosi singole anche letali per individui non abituati. L'assuefazione si stabilisce verso un buon numero di farmaci e sostanze: arsenico, certi purganti, efedrina e adrenalina, nitriti, sonniferi, nicotina, alcol, cocaina, hascisc, morfina [LEGGI RESTANTE]



Cosa è la sindrome da astinenza
Insieme di manifestazioni anche gravi in soggetti tossicodipendenti, a seguito della sospensione dell'assunzione degli stupefacenti. Può verificarsi anche in pazienti trattati con particolari farmaci (ad esempio morfina): in questo caso si registrerà una improvvisa ricomparsa del sintomo che la terapia mirava a controllare. Nel caso di un paziente in sindrome da astinenza è opportuno innanzitutto sapere il tipo di droga da lui assunto. In secondo luogo si può prevedere l'impiego di opportuni antidoti o farmaci agonisti (sostanze cioè in grado di legarsi allo stesso recettore su cui agisce lo stupefacent [LEGGI RESTANTE]


Il cannabismo è una intossicazione cronica da Cannabis saliva o Canapa indiana.
Il cannabismo è una intossicazione cronica da Cannabis saliva o Canapa indiana. Dai fiori e dalle foglie si ricava una droga conosciuta in tutto il mondo fin dai tempi più antichi (marijuana, erba, hashish). Si riscontra nei mangiatori e nei fumatori della pianta. Il suo uso non da dipendenza fisica, ma psicologica e si presenta in forma acuta e cronica. Nel primo caso si hanno sogni colorati ed immagini fantastiche a sfondo piacevole. La mente è completamente disorientata nel tempo: al risveglio si ha lacuna mnemonica (amnesia) pressoché completa. Nella forma cronica le facoltà ment [LEGGI RESTANTE]


La forma più efficace di recupero per i tossicodipendenti è quella delle comunità terapeutiche.
Gli uomini hanno sempre fatto uso di droga, in qualsiasi epoca della storia e a qualsiasi livello culturale. Da molti secoli, per esempio, alcune popolazioni arabe del nord Africa, in prevalenza pastori e contadini. fanno largo uso di hascisc. Nell'Europa del secolo scorso la cocaina e l'oppio venivano utilizzate soprattutto negli ambienti artistici e intellettuali, sia pure da un numero limitato di persone. In Messico, infine, potenti allucinogeni ricavati da piante locali sono stati usati per secoli durante i rituali medico religiosi: e un uso generalizzato degli oppiacei è tradizionale presso alcune trib [LEGGI RESTANTE]


Il consumo cronico di cocaina provoca allucinazioni, alterazioni neurologiche, tendenza generale al suicidio e all'omicidio.
La cocaina è un alcaloide estratto dale foglie dell' Erythroxylon coca. pianta originaria dell'America latina (Perù, Cile. Bolivia). E definito uno stupefacente. Dalle foglie si ricava una polvere bianca, ricca di principi attivi e dotata di notevoli proprietà euforizzanti e stimolanti del sistema nervoso centrale. In genere viene assunta mediante inalazione attraverso la mucosa nasale per migliorare le prestazioni e il tono dell'umore. Gli effetti sono: euforia, aumento della concentrazione e dell'attenzione, senso di sicurezza. Provoca rapidamente assuefazione e forte dipendenza psichica. Non è [LEGGI RESTANTE]


I danni che il fumo causa all' apparato visivo.
L'apparato visivo è formato dall'occhio e dalla retina. L'occhio è una sfera che funziona come una telecamera televisiva. Esso ha il compito di raccogliere le immagini esterne e di convogliarle verso la retina. Presenta, al davanti una apertura, e dietro dì essa vi è una lente. L'apertura viene definita pupilla e la lente è il cristallino. La pupilla funziona come un diaframma fotografico, infatti, allargandosi e restringendosi, invia più o meno luce alla camera interna dell'occhio, II cristallino, invece, è l'obiettivo della telecamera attraverso il quale le immagini penetran [LEGGI RESTANTE]


Il fumo della sigaretta ha il potere di ridurre la capacità uditiva.

L'apparato uditivo ha il compito di raccogliere i suoni che provengono dall'esterno e di inviarli al sistema nervoso che provvederà ad elaborarli. L'apparato uditivo si divide in orecchio esterno, orecchio medio, ed orecchio interno. Andiamo ad esaminare ogni singola parte.

Orecchio esterno: L'orecchio esterno è costituito dal padiglione auricolare e dal condotto uditivo esterno. Il padiglione auricolare, come un vero e proprio imbuto, convoglia i suoni e li invia al condotto uditivo esterno. Orecchio medio ed i [LEGGI RESTANTE]



Gli effetti fisici e psichici derivanti dall'assunzione di anfetamine.

Le anfetamine sono dei farmaci impiegati nella terapia della depressione psichica, in quanto il loro effetto è quello di stimolare la attività cerebrale; il loro esatto meccanismo di azione a livello del cervello è ancora oggi sconosciuto; è necessario sottolineare che gli effetti psicologici delle anfetamine così come quelli di molti altri farmaci che agiscono sul sistema nervoso, sono la conseguenza di una serie di fattori tra cui vanno considerati, oltre al grado di efficacia del farmaco, anche la personalità dell'assuntore, l'ambiente in cui si trova, [LEGGI RESTANTE]



La cocaina procura effetti negativi sia a livello fisico che psichico.

La cocaina è un composto che viene estratto da una pianta "la coca" (Eritroxilon coca), in Bolivia ed in Perù. Le popolazioni locali usano masticarne le foglie per diminuirne la fame, la sete, la fatica. Fu introdotta in Europa come terapia per il divezzamento della dipendenza da morfina, ma presto ci si rese conto che gli effetti della cocaina, dal punto di vista della dipendenza sostituivano quelli della morfina. In altre parole si riusciva ad eliminare la necessità di assumere la morfina, solo al pre [LEGGI RESTANTE]



L' auricoloterapia è impiegata con successo per smettere di fumare e per ridurre l'appetito.
Come gli occhi captano le onde luminose e permettono di vedere, così le orecchie captano le onde sonore e permettono di ascoltare. Le vibrazioni che possiamo percepire sono comprese tra 20 e 20 mila Hertz: al disotto vi sono gli infrasuoni, al disopra gli ultrasuoni che non vengono utilizzati dall'apparato uditivo umano. Il padiglione auricalare, cioè la parie esterna dell'orecchio, costituisce la prima parte dell'apparato uditivo, quella che serve a raccogliere le onde sonore e a convogliarle al timpano: e il timpano, una membrana di grandissima sensibilità, vibra in modo diverso secondo la lunghezz [LEGGI RESTANTE]


I danni e gli effetti nocivi che il fumo provoca al sistema nervoso.
L'apparato o sistema nervoso è quella parte del nostro organismo predisposta al controllo di tutte le sue funzioni. Quando il sistema nervoso cessa dì funzionare, si arresta la vita nel nostro organismo. Andiamo ad esaminare le varie parti del sistema nervoso. L'encefalo (o cervello propriamente detto) è la parte più importante del sistema nervoso. In esso vengono prodotti tutti gli ordini diretti al nostro corpo e analizzate tutte le risposte che provengono da esso. L'encefalo presenta due emisferi (uno destro ed uno sinistro) ed è accolto nella scatola cranica che ha il compito di proteggerlo. I [LEGGI RESTANTE]


L'LSD è un allucinogeno che pùo provocare 3 tipi di alterazioni: alterazioni della sensibilità, alterazioni della psiche, alterazioni fisiche.
L'LSD 25 appartiene alta classe degli allucinogeni, dette anche "sostanze psicotomimetiche”, cioè capaci di provocare uno stato di alterazione della coscienza che simuli una vera psicosi, cioè una malattia mentale. Oltre all'LSD, le principali sostanze che rientrano in questo gruppo sono: a) il peyote e la mescalina b) la psicocibina c) l'olio di tetraidrocannabinolo d) la STP II simbolo LSD è la sigla per indicare la dietilamide dell'acido lisergico. Il numero 25 indica che è stato il 25'' composto ad essere isolato nel corso di studi sui derivati della segale cornuta; la segale cornu [LEGGI RESTANTE]


Bere alcolici moderatamente non comporta effetti dannosi ne sul sistema di memorizzazione a breve termine, ne su quello a lungo temine.
Un altro campo in cui l'azione lesiva dell'alcool e quella degli stupefacenti sono parallele è quello dei meccanismi della memoria. Su tali meccanismi è forse il caso di accennare qualche cosa che renda più comprensibile il discorso. Se pur non scientificamente accertata, è comunemente ritenuta valida la teoria secondo cui nel cervello umano esisterebbero due separati sistemi di memorizzazione, e cioè:
1) la memoria a breve termine, che riguarda quindi un breve tempo di intercorrenza tra il momento in cui viene appreso, e quindi memorizzato, il dato, e quello in cui viene richiesto alla men [LEGGI RESTANTE]


In cosa consiste il delirium tremens e quali sono le cause che possono scatenare questa malattia?
II “delirium tremens” vede la propria insorgenza favorita da malattie quali la polmonite, le malattie gastrointestinali, i traumi. L'azione di sostanze tossiche, prodotte da un alterato ricambio organico causato da lesioni di origine alcoolica a carico di organi interni e soprattutto dell'apparato gastrointestinale e del fegato, si ritiene sia la causa del delirium tremens, e non come verrebbe da pensare, una lesione diretta sui centri nervosi operata da parte delle sostanze alcooliche. I soggetti che vengono colpiti da tale forma, dopo un periodo più o meno breve in cui soffrono di inson [LEGGI RESTANTE]


Quali sono gli effetti dell'alcol sulla guida? In che percentuale l'alcol è causa degli incidenti?
E' ormai noto che l'alcool agisce direttamente sui centri nervosi, provocando nell'individuo che si trovi sotto il suo effetto, una diminuzione delle capacità di controllo delle proprie azioni, ed un aumento invece dell'imprudenza e sventatezza, causate dalla rimozione degli effetti inibitori da parte delle bevande alcooliche; a questo va' aggiunto che i riflessi sono notevolmente rallentati e che la capacità di percezione è gravemente compromessa, specie per quanto riguarda la zona marginale del campo visivo dove è necessario un altissimo livello di controllo per la sicurezza della guida. A quest [LEGGI RESTANTE]


Come si ottengono le sigarette? Quali sono le sostanze dannose per la saluta presenti nelle sigarette?
La pianta del tabacco appartiene al genere nicotiana, che fa parte della famiglia delle solenacee, nella quale ci sono circa 50 specie, che possono essere ritrovate in America tropicale (a zona temperata), in Australia, nelle isole del Pacifico e della Sonda. Importante nel genere nicotiana sono la nicotiana tabacum e la nicotiana rustica, danno rispettivamente tabacco da fumo e tabacco da fiuto. Entrambe sono piante erbacee, aromatiche, che crescono in climi temperati (i semi di esse si sviluppano a temperatura di 13° - 14° C) e sono sensibili al freddo, alla siccità e all'umidità. La nicotian [LEGGI RESTANTE]







Letture correlate:

   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.