Contattaci

Malattie sessualmente trasmissibili, malattie veneree come Aids, sifilide, gonorrea, epatite. Malattie veneree trasmesse attraverso i rapporti sessuali.

Sono passati più di vent'anni da quando, in un giorno del febbraio 1983, il virologo Lue Montagnier scoprì il virus che provoca l'Aids
Il virologo, che nel 1983 individuò il virus, ci illustra i punti salienti della sua lotta al male. "il virus inganna il sistema immunitario con attacchi che tentiamo di debellare", Le virtù degli antiossidanti. La situazione in Africa. Sono stati usati termini terribili: "la peste del secolo", "castigo divino", "epidemia invincibile"... Il virus dell'Hiv, ossia lo spaventoso Aids, ha spesso scatenato fantasie nefaste, relegando questa malattia nell'opinione pubblica come un flagello impossibile a debellare. Ma è prop [LEGGI RESTANTE]



Aids , quale lezione dal fallimento dei vaccini USA
«UN FLOP paragonabile al disastro del Chailenger per la Nasa». Così Robert Gallo, padre storico del virus dell'Aids, ha definito il recente fallimento della sperimentazione dei due vaccini americani antiHiv più avanti nel mondo, essendo già in fase III, quella su grandi gruppi di persone. I, due progetti ("Step", sui gay, e Phambili, sugli, eterosessuali), basati sullo stesso antigene virale, sono stati bloc cati in dicembre perché non solo non funziona no, ma favoriscono l'infezione: tra i volontari dello Step i casi di Aids erano addirittura doppi rispetto al gruppo di controllo trattat [LEGGI RESTANTE]


Contraccettivi gratis in Puglia
Anticoncezionali gratis in Puglia per le donne con basso reddito e per le immigrate. Il provvedimento - unico nel suo genere in Italia, almeno per il momento - è stato preso nei giorni scorsi dalla giunta regionale pugliese che ha stabilito così la totale gratuità degli anticoncezionali entro la fine di aprile. «La decisione ha come unico obiettivo quello di tutelare la salute della donna, di contrastare la piaga insostenibile dell'aborto e di attivare politiche di prevenzione consapevoli e condivise», ha spiegato al riguardo l'assessore alla Sanità della Regione Puglia, Al [LEGGI RESTANTE]


Che cosa sono le malattie sessualmente trasmissibili?
Per “malattie sessualmente trasmissibili“ si intendono tutte quelle infezioni che vengono contratte attraverso contatti o rapporti sessuali. La maggior parte di queste infezioni, un tempo chiamate malattie veneree dal nome di Venere, dea dell'amore, vengono trasmesse da una persona all'altra in occasione di un rapporto sessuale vero e proprio, anche se alcune possono essere contratte in quelle condizioni che comportano o uno stretto contatto fisico, come nel cosiddetto « petting », o una commistione di fluidi biologici, come accade nel baciarsi sulla bocca.

I mi [LEGGI RESTANTE]


Chi rischia di contrarre le malattie sessualmente trasmissibili?
L'entità della diffusione delle malattie sessualmente trasmesse è difficilmente valutabile per numerosi motivi: non per tutte esiste obbligo di denuncia e le legislazioni dei vari paesi del mondo sono molto diverse in questa materia; per la diagnosi di alcune di esse occorrono attrezzature di laboratorio molto sofisticate, non sempre disponibili soprattutto in quelle nazioni le cui strutture sanitarie sono carenti; spesso i malati, per ignoranza o vergogna, sono riluttanti a rivolgersi alle strutture sanitarie. Inoltre, in un gran numero di casi, queste infezioni non provocano alcuna sintomatologia [LEGGI RESTANTE]


Quali sono le conseguenze del contagio delle malattie sessualmente trasmissibili?
L'importanza delle malattie sessualemte trasmissibili è legata essenzialmente alle gravi conseguenze che esse frequentemente provocano sia sull'individuo che ne è affetto, sia sulla sua prole. Per la maggior parte di queste infezioni la fase acuta della malattia, con sintomi più o meno manifesti, è seguita o da una cronicizzazione o da ricorrenti recidive; alcune di esse, dopo la guarigione, lasciano degli esiti cicatriziali permanenti sugli organi genitali interni compromettendone definitivamente la loro funzione; durante la gravidanza o al momento del parto il figlio di una donna ammalata può contra [LEGGI RESTANTE]


Quali sono i sintomi della sifilide? Qual è la causa della sifilide? Come evolve la sifilide?
La sifilide, detta anche lue o « mal francese », è una malattia a decorso benigno se viene trattata precocemente, grave se trascurata. Quest'ultima evenienza si verifica con una certa frequenza in quanto l'infezione, potendo interessare tutti gli organi, presenta sintomi comuni con molte altre malattie con le quali può essere per lungo tempo confusa.

Qual è la causa della sifilide? La causa della sifìlide è un batterio, il Treponema pallido, che si trasmette esclusivamente per via sessuale. Colpisce prevalentemente il sesso maschile e i soggetti più giovani. Fino a qualche decennio f [LEGGI RESTANTE]


Le infezioni da Chlamydia trachomatis.
Qual è la causa? La Chlamydia trachomatis è un microrganismo che, a dispetto del suo bel nome che può far pensare più a un fiore delicato che a un germe, è uno dei più pericolosi agenti trasmessi sessualmente: l'infezione da esso causata è ad andamento subdolo, lascia gravi reliquati permanenti, è molto diffusa e la sua frequenza è in continuo aumento soprattutto tra i giovani. La Chlamydia trachomatis si trasmette quasi esclusivamente per via sessuale. Come si manifesta e come si evolve? Il periodo di incubazione è estremamente variabile, da pochi giorni a più di 1 me [LEGGI RESTANTE]


In estate aumenta il rischio di malattie sessualmente trasmissibili : gli individui giovani sono i soggetti più esposti al rischio di contagio.
Si chiamano malattie veneree le malattie infettive e contagiose che si contraggono prevalentemente attraverso i rapporti sessuali. Ad esserne colpiti con maggior frequenza sono i giovani, tra i sedici e i venticinque anni, e cioè nella fascia di età in cui i rapporti sessuali si verificano occasionalmente, con persone diverse, in condizioni di precarietà, spesso di rischio. Le terapie per le malattie sessualmente trasmissibili di solito sono semplici e di breve durata . Chi ha il sospetto di avere contratto un'infezione [LEGGI RESTANTE]


Le fasi evolutive della sifilide: sifilide primaria, sifilide secondaria, sifilide latente e sifilide e la sifilide congenita.
La sifilide detta anche lue, ha come agente causale il « treponema pallido » o « spirocheta pallida ». Fra le malattie veneree è la più temibile perché può produrre lesioni infiammatorie e distruttive in quasi tutti i tessuti, soprattutto quelli dei vasi sanguigni, con manifestazioni cliniche molto varie e periodi di apparente guarigione che possono durare anni. Il contagio avviene, di regola, per contatto sessuale, oppure attraverso lesioni della pelle e delle mucose. Il periodo di contagiosità è durante la fase primaria e secondaria. La sifilide evolve in tre fasi: primaria, secondaria e terziari [LEGGI RESTANTE]







Letture correlate:

   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.