Contattaci
Malattie del cervello e del sistema nervoso centrale

Attacco ischemico transitorio
L'ischemia e uno stato nel quale i tessuti ricevono un apporto inadeguato di ossigeno perché il flusso sanguigno attraverso i vasi che li irrorano è ostacolato. Un attacco ischemico cerebrale assomiglia a un attacco di embolia cerebrale , ma un attacco «transitorio» è diverso perché i sintomi di tipo apoplettico durano solo per un breve periodo. Un attacco improvviso di stanchezza e di intorpidimento in una parte del corpo, per esempio, può durare alcuni minuti o ore e poi scomparire, là dove i sintomi di un attacco durano per più di 24 ore. È importante capire questa differenza; se gli attacchi is [LEGGI RESTANTE]



Attacco apoplettico: sintomi,soccorso, cure e intervento medico
Si produce quando una parte del cervello viene lesa per insufficiente rifornimento di sangue, con conseguente degradazione delle funzioni fìsiche o mentali controllate dalla zona colpita. Questo disturbo può essere dovuto a una di queste tré forme di malattia dei vasi: tromboni, embolia o emorragia. La prima di queste, la trombosi cerebrale, può sopravvenire per il restringimento di un'arteria che tornisce il sangue al cervello, fatto dovuto solitamente all’ aterosclerosi . Lo scorrimento del sangue lungo la sezione ristretta e con parete ruvida sì fa discontinua. oppure il sangue coagula per formare [LEGGI RESTANTE]


Cosa è l'emorragia subaracnoidea: descrizione, sintomi, soccorso, cure.
Cosi come per le emorragie cerebrali la causa di un'emorragia subaracnoidea è la rottura di un vaso sanguigno. La differenza rispetto all'emorragia cerebrale consiste nel fatto che il sangue scorre sulla superficie del cervello invece che infiltrarsi nel tessuto cerebrale. Alla superficie del cervello vi sono tre sottili strati membranosi (le meningi) che la ricoprono. La membrana esterna (dura madre) aderisce alla calotta cranica; la più interna (pia madre) aderisce al cervello; quella di mezzo (aracnoide) è più vicina alla dura madre che alla pia. Esiste perciò uno spazio tra l'aracnoide e la pia e q [LEGGI RESTANTE]


Differenza tra l'emorragia subdurale e l'emorragia extradurale
L'emorragia subdurale consiste nello stravaso di sangue nella dura madre, il più esterno dei tre strati (meningi) che ricoprono il cervello. Essa differisce dall'emorragia extradurale per il fatto che i vasi sanguigni rotti si trovano nella parte sottostante e non all'esterno della dura madre. Dato che questi vasi interni sono più piccoli degli esterni, è probabile che vi sia uno stillicidio di sangue meno importante: esso tende ad infiltrarsi abbastanza lentamente nello spazio esistente tra la dura madre e l'aracno [LEGGI RESTANTE]


I sintomi della sindrome del tunnel carpale
In certi punti del corpo, i nervi decorrono in spazi limitati, dove possono essere fortemente compressi se si gonfiano i tessuti circostanti. Un nervo importante particolarmente esposto a questo tipo di lesione è quello lungo il quale corrono i segnali tra la mano e il cervello. Quando percorre il polso, questo nervo attraversa un tunnel formato dalle ossa del polso (note come ossa carpali) e da una membrana resistente sulla faccia inferiore del polso che unisce insieme le ossa. Questo tunnel è rigido; se i tessuti al suo interno si gonfiano per qualche ragione, essi comprimono e stringono il nervo. Ciò d [LEGGI RESTANTE]


La spondilite cervicale: sintomi, cura, trattamento.
La spondilite cervicale è una malattia che interessa alcune delle sette vertebre del collo (le vertebre cervicali) e i dischi flessibili di cartilagine tra loro interposti. Accade che delle protuberanze ossee si sviluppino sulle vertebre, spesso insieme a una perdita dell'allineamento e/o a un indurimento dei dischi anulari. Ne consegue che il collo diventa rigido e i nervi della sezione superiore del midollo spinale soprattutto quelli che decorrono dal midollo alle braccia e alle mani sono sottoposti a una compressione. Non sono note le cause di questa malattia, particolarmente diffusa tra le persone di me [LEGGI RESTANTE]


I tumori del midollo spinale sono simili ai tumori cerebrali.
I tumori del midollo spinale sono simili ai tumori cerebrali , ma danno origine a sintomi differenti. Il più caratteristico è un persistente mal di schiena. Si può manifestare anche, a volte, un senso di intorpidimento o di freddo e un indebolimento muscolare in uno o più arti. e/o potete avere difficoltà nell'urinare o nel defecare. Sintomi precisi sono dipendenti dai nervi che sono stati lesi dal tumore.
Che cosa fare?
I tumori midollari sono ancor più rari di quelli cerebrali. Se presentate dei sintomi che fanno sospettare la presenza di una neoformazione o neoplasia nel midollo [LEGGI RESTANTE]


La neuropatia periferica è una lesione dei nervi periferici
La lesione dei nervi periferici (tutti i nervi del corpo tranne quelli del cervello e del midollo spinale) è tecnicamente nota come neuropatia periferica. La lesione si stabilisce a volte come complicazione di una malattia a decorso cronico come diabete miellito, alcolismo. certe carenze vitaminiche. o i tumori di certe parti del corpo. Vi sono molte altre cause possibili di lesione di un nervo periferico: per esempio, dosi eccessive di taluni tarmaci ed eccessiva esposizione a certi prodotti chimici (soprattutto arsenico, mercurio, piombo, rame, e i cosiddetti composti «organofosforici» che si trovano ne [LEGGI RESTANTE]


Tumori cerebrali benigni e maligni.
Una produzione eccessiva o anormale di tessuto nel cervello è un problema grave sia che il processo sia benigno o maligno. Questo perché le ossa protettive della calotta cranica impediscono a qualsiasi tipo di tumore di espandersi all'esterno, di modo che il tessuto cerebrale, che è molle, viene compresso pericolosamente via via che questa neoformazione aumenta. Perciò la distinzione tra tumori benigni e maligni che si sviluppano nel cervello è un po' meno netta che per le altre parti del corpo.
Quali sono i sintomi?
Via via che il tumore cresce, aumenta la pressione all'interno del [LEGGI RESTANTE]


Una forma estremamente rara di neuropatia periferica: la sindrome di Guillain-Barré
E questa una forma estremamente rara di neuropatia periferica che compare all'improvviso: si può praticamente riscontrare dopo qualsiasi tipo di infezione virale e anche dopo una vaccinazione. La sua origine non è nota, ma taluni medici pensano che possa essere provocata da una imprevedibile reazione allergica alle malattie da virus. I sintomi si manifestano alcuni giorni dopo la guarigione dalla malattia che ne è la causa, e spesso sono gravi. Nel giro di poche ore un formicolio seguito da intorpidimento e inde bolimento e persino paralisi può diffondersi dalle inani e dai piedi al resto del corpo. [LEGGI RESTANTE]







Letture correlate:

   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.