Contattaci
La fitoterapia è la branca della medicina che cura le malattie tramite erbe e piante
Sei in: HOME FITOTERAPIA
Link di approfondimento di questa sezione : Erbe Medicinali , Piante e malattie ,

II Biancospino ha un'azione molto valida come sedativo
II Biancospino è una pianta spinosa delle Rosacee, comune nei luoghi boscosi e nelle siepi; ha foglie lobate e fiori bianchi e piccoli, molto odorosi. Sia i fiori che i frutti sono ricchi di sostanze attive, come la quercitma, e vanno raccolti e seccati al sole. In medicina ha un'azione molto valida come sedativo, per cui viene consigliato nei casi di ipertensione, di nervosismo e di insonnia; è pure giovevole agli arteriosclerotici, e modifica la pressione del sangue e i battiti cardiaci. [LEGGI RESTANTE]



Il carotene della carota è indicato come ricostituente negli stati di anemia
Pianta erbacea delle Ombrellifere, coltivata negli orti, oltre a costituire un ottimo alimento possiede alti poteri medicinali soprattutto digestivi e depurativi. Fiorisce dalla primavera all'autunno. Se ne utilizza la radice, ricca di vitamine e di carotene, che contiene vitamina B e C. Il carotene è indicato come ricostituente negli stati di anemia ed esercita utilie precise funzioni sul nostro organismo, quali la pigmentazione, la difesa dalle infezioni, e agisce sulle ghiandole surrenali e nel siero del sang [LEGGI RESTANTE]


La castagna è prescritta a tutti coloro che necessitano di una super nutrizione.
La castagna rappresenta un alimento pregiato, digeribile e ottimo perché ricco di minerali, amidi, zuccheri, albuminoidi, di materie grasse e di sostanze azotate. L'albero cresce a mezza montagna ed è ricercato sia per la qualità del legno, sia per l'alto contenuto di tannino, sia per un fermento che ha poteri astringenti e sedativi per cui viene indicato ai bambini affetti da tosse asinina e ai vecchi colpiti da tosse catarrosa. La farina di castagne contiene inoltre tali e tante sostanze nutritive che da so [LEGGI RESTANTE]


Il caffè oltre ad essere un antiossidante avrebbe proprietà protettive nei confronti di alcuni tumori, aiuta contro l'asma e pare allontanare il rischio di Parkinson
Dopo essere stato sospettato per anni di varie malefatte , ora la scienza riabilita la bevanda psicoattiva più diffusa al mondo: è ricco di antiossidanti, avrebbe proprietà protettive nei confronti di alcuni tumori, aiuta contro l'asma e pare allontanare il rischio di Parkinson.
Diceva lo scrittore francese di aforismi Alfred Bougeard che «bisogna proprio non valere niente per non avere nemici». Non c'è da stupirsi quindi se il caffè, la bevanda stimolante più diffusa al mondo, abbia da sempre i suoi det [LEGGI RESTANTE]


La caffeina si associa agli analgesici nel combattere emicranie e mal di testa.
Alcaloide stimolante del sistema nervoso centrale, che rappresenta il più importante dei costituenti del caffè. Esso è contenuto in minore misura anche nel tè, nel guaranà, nella cola, nel cacao. Una tazza di caffè nero contiene circa 200 mg di caffeina, una di tè 80, una di cioccolato, una di Coca Cola 45, più di 10.

La caffeina esercita un'azione stimolante sul sistema nervoso, specialmente sul cervello, ritarda il sonno, diminuisce la stanchezza, stimola il centro respiratorio, aumenta la capacità rena- le, stimola la capacità di ideazione e di parola. Si adopera per- tanto [LEGGI RESTANTE]


I benefici delle erbe si esplicano sia per via esterna (cataplasmi, impacchi, bagni, pediluvi etc.) sia per via interna, cioè bevendo infusi, succhi o decotti
La pratica di curarsi con le erbe è ancora oggi molto diffusa e per alcuni disturbi resta una terapia validissima, in grado di competere con quella dei farmaci di sintesi. Le piante medicinali, definite spesso più semplicemente "erbe", contengono sostanze i "principi attivi" in grado di agire sull'organismo. I rimedi che da esse si ricavano trovano applicazione oltre che nella cura dei disturbi organici, in cosmesi e in un vasto campo di disturbi di origine psicologica (per esempio, insonnia, stati ansiosi, nervosismo).

I benefici delle erbe si esplicano sia per via esterna (cataplasmi, impacchi [LEGGI RESTANTE]


II decalogo del buon erborista
1. Non calpestare un campo coltivato o un prato senza l'autorizzazione del proprietario o della polizia locale.
2. Astenersi dal cogliere piante dove siano stati sparsi concimi chimici o lungo le strade polverose.
3. Scegliere luoghi in cui la pianto che si cerca cresce in abbondanza.
4. Se sì raccolgono le foglie, non coglierle tutte dalla stessa pianta per non danneggiarne la crescita.
5. Le piante ufficialmente protette non possono essere raccolte senza il permesso dell'autorità competente. :..
6. Prendere soltanto le piante sane: inutile raccogliere [LEGGI RESTANTE]


Piccolo glossario dell'erborista
Cataplasma.
è una poltiglia di erbe che viene applicata sulla porte da curare, direttamente a contatto della pelle o frapponendo un panno.

Decotto.
Si mette la pianta in acqua fredda, tiepida o in ebollizione (2-3 grammi di droga per 100 grammi di acqua) e si lascio bollire per qualche minuto. Si filtra e si consuma entro 12 ore. Per bevande o impacchi.

Estratto.
Si ottiene con la parziale evaporazione dei succhi naturali dello pianta, dopo averla trattata con un solvente dei principi attivi (acqua, alcol, etere).

Impacco.
[LEGGI RESTANTE]


Che cos'è la fitoterapia?
La fitoterapia è la scienza che cura mediante i rimedi di origine vegetale, i prodotti, cioè, ricavati da piante, licheni, felci, alghe. La caratteristica della fitoterapia è quella di guarire utilizzando direttamente le parti della pianta e non la sostanza chimica estratta attraverso un processo di sintesi in laboratorio. Antica quanto l'uomo, trae origine da un istinto "autoterapeutico" comune a tutti gli animali, che spinge a usufruire le erbe indicate alle varie affezioni. La fitoterapia fu praticata diffusamente sia in epoca romana sia nel medioevo. A questo periodo risalgono volgarizzazioni [LEGGI RESTANTE]







   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.