Contattaci
La cardiologia è una branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi delle malattie cardiovascolari.

Qualunque sia la causa le aritmie devono essere oggetto di cura o con farmaci o con sistemi elettrici
Anomalia della frequenza e della morfologia dell'attività elettrica cardiaca. I battiti cardiaci hanno origine per stimoli che si formano in modo automatico in una zona piccola del tessuto miocardico, detta nodo del seno (o nodo di Keith e Flack) che si trova alla base dell'atrio destro, per propagarsi a tutto il muscolo cardiaco: si parla perciò di ritmo sinusale; l'intervallo fra uno stimolo e il successivo si chiama periodo. Gli eccitamenti si trasmettono dal nodo del seno al miocardio atriale e contemporaneamente anche all'atrio sinistro attraverso le commessure muscolari interartriali; raggiungono poi [LEGGI RESTANTE]



La terapia per la bradicardia, se necessaria, si avvale di un Pacemaker.
Per Bradicardia si intende un rallentamento della frequenza cardiaca al di sotto dei 50-60 battiti al minuto nell'adulto. La bradicardia costituzionale, che si accompagna ad un perfetto funzionamento del cuore, è dovuta a una prevalenza del parasimpatico (vago) sul simpatico. Infatti, mentre il vago tende a diminuire la frequenza delle contrazioni, il simpatico tende ad aumentarla. In alcuni individui però il vago prende il sopravvento e provoca bradicardia che viene detta in questo caso sinusale perché è sotto il controllo del nodo del seno, la sede del cuore che ne modula il ritmo ed è a sua volta sot [LEGGI RESTANTE]


Saremmo certo meno soggetti alle malattie di cuore se facessimo più esercizi fisici e mangiassimo cibo meno condito; i nostri denti starebbero meglio se mangiassimo meno zucchero.
Si può oggi, assai più facilmente che in passato, conseguire un modo di vivere corretto. Questo non vuoi dire una vita troppo rilassata.
Quale che sia la struttura fisica o psicologica, la massima influenza sulle condizioni di salute deriverà probabilmente dalla scelta del modo di vivere. Infatti i progressi ottenuti in medicina e nell'igiene hanno debellato molte di quelle malattie infettive che uccidevano la gente un secolo fa, cosicché la sopravvivenza fino alla durata della vita predeterminata biologicamente (almeno settant'anni) è diventata un fatto normale nel mondo occidentale e [LEGGI RESTANTE]


L'insufficienza cardiaca può dipendere da due ordini di fattori
Insufficienza cardiaca: Quadro clinico complesso e multiforme che si verifica allorquando le condizioni cinetiche del miocardio (muscolatura del cuore) non sono più sufficienti a pompare il sangue nel circolo arterioso in modo che esso possa svolgere normalmente la sua funzione ossigenatrice e nutritiva per tutti gli organi e i tessuti; indicandosi le condizioni normali con il termine di "compenso", si parla quindi anche di scompenso cardiaco o cardiocircolatorio. Uno dei motivi principali, quasi sempre presente, è l'insufficienza contrattile della fibra miocardica per un danno che si è venuto pro [LEGGI RESTANTE]


Lo scompenso cardiaco è un' alterazione della circolazione sanguigna che si instaura per il cedimento funzionale del muscolo cardiaco.
Lo scompenso cardiaco è un' alterazione della circolazione sanguigna che si instaura per il cedimento funzionale del muscolo cardiaco. Il cuore normalmente è dotato di una quantità di energia di riserva cui fa appello quando debba superare improvvise e brusche richieste di lavoro superiori al normale (fatica, infezioni, malattie febbrili, e così via). Quando cause morbose, decorrenti con carattere diacuzie, obbligano il cuore a un superlavoro, se l'energia di riserva di cui si è detto non è sufficiente a coprire quelle richieste, si instaura uno scompenso che sarà in questo caso uno scompe [LEGGI RESTANTE]


A cosa servono i farmaci cardiocinetici
I Farmaci cardiocinetici aumentano la forza contrattile del cuore, ne rallentano la frequenza e la conduzione degli stimoli dagli atri ai ventricoli e potenziano infine l'eccitabilità miocardica. Per esplicare questo complesso di funzioni, direttamente sulla fibra cardiaca o indirettamente per eccitazione vagale, occorre che il farmaco raggiunga in quantità adeguata il miocardio. Una volta avvenuto l'ancoraggio alla fibra, il farmaco cardiocinetico vi resta tenacemente fissato per un tempo piuttosto lungo, motivo per cui occorre una sorveglianza accurata del cardiopatico se non si vuole an [LEGGI RESTANTE]


Le cardiopatie inoltre si dividono in congenite e acquisite.
Con il termine cardiopatia si intende una denominazione generica che comprende tutte le malattie a carico del cuore. A seconda che tali eventi patologici, qualunque sia la loro origine, colpiscano il miocardio, il pericardio, o l'endocardio, prendono il nome di miocarditi, pericarditi, endocarditi; da tali processi, in genere di origine infiammatoria, possono essere gravemente colpite anche le valvole cardiache (aortica, polmonare, mitrale e tricuspide) con gravi conseguenze a carico della funzione cardiocircolatoria .

Un altro tipo di cardiopatia è rappresentato da tutti quei disturbi che col [LEGGI RESTANTE]


Il morbo blu consiste in un abnorme restringimento dell'arteria polmonare, che si origina dal ventricolo destro
Anomalia congenita dell'anatomia del cuore detta anche "tetralogia di Fallot" che si manifesta fin dalla nascita con dispnea e colorito cianotico della cute e delle mucose. Il morbo blu consiste in un abnorme restringimento dell'arteria polmonare, che si origina dal ventricolo destro, provocando una diminuzione della quantità di sangue che va ai polmoni per depurarsi di anidride carbonica (CO2) e saturarsi di ossigeno; si ha così un aumento della concentrazione di CO2 nel sangue, che provoca cianosi. Si associano un'origine dell'aorta tra il ventricolo destro e il sinistro, una comunicazione anomala [LEGGI RESTANTE]


II comitato di esperti dell'O.M.S. per la prevenzione delle malattie del cuore e delle coronarie e il gruppo scientifico per la prevenzione dell'ipertensione hanno dimostrato il rapporto tra assunzione in eccesso di sale, aumento di peso, ipertensione e tumore dello stomaco.
La "dieta della salute" non deve tenere conto soltanto delle calorie, ma anche dei diversi principi nutrizionali. Mens sana in carpare sano è la frase che i nostri antenati erano soliti citare per mettere in evidenza la stretta correlazione esistente tra le capacità mentali e la perfetta efficienza fìsica dell'organismo di un individuo. Ma cos'è che consente al binomio corpo-mente di essere in ogni occasione all'altezza della situazione? Certamente in primo luogo il modo di alimentarsi. I cinesi hanno inserito gli alimenti nei loro testi di farmacologia, chiamati Ben Cao, allo stesso modo di tutti i pro [LEGGI RESTANTE]


La piccola circolazione e la grande circolazione
L'apparato circolatorio è costituito dal cuore, dai vasi arteriosi e venosi e dai capillari sanguigni, i quali costituiscono un complicato sistema di tubi intercomunicanti disposti, insieme con il cuore, a formare un doppio circuito completamente chiuso: la piccola e la grande circolazione. La piccola circolazione parte dal ventricolo destro del cuore e va ai polmoni trasportando sangue venoso attraverso l'arteria polmonare .
In corrispondenza dei capillari polmonari il sangue cede una parte dell'anidride carbonica , si carica di ossigeno e ritorna all'atrio sinistro del cuore tramite le due v [LEGGI RESTANTE]


Il collasso può accompagnare l'infarto del miocardio i sintomi sono caduta della pressione arteriosa, pallore, sudorazione fredda profusa, astenia intensa, estremità fredde, nausea e vomito.
Il collasso è un'alterazione della funzione circolatoria periferica, determinata spesso da una grave turba della regolazione e dell'equilibrio vascolare da parte del sistema neurovegetativo, conseguente a varie cause.
Accanto a cause esteme quali i traumi di un certo rilievo capaci di provocare un acuto riflesso del sistema neurovegetativo stesso (traumi inferii all'epigastrio, al collo, ai testicoli e cosi via), generalmente il collasso consegue a insufficienze acute o del centro motore della circolazione (deficit acuto della contrattilità cardiaca, fibrillazione atriale ad alta frequenza, crisi di t [LEGGI RESTANTE]


Avere un cuore allenato porta moltissimi benefici: per migliorare l'efficienza del cuore non serve tanto l'intensità dello sforzo quanto la sua durata
Come tutti gli altri muscoli, anche il cuore deve fare esercizi. Per eseguirli, però, c'è un modo corretto e un modo sbagliato. Il cuore è un organo assai poco conosciuto nonostante la sua importanza 'vitale'. In versi, canzoni e novelle, la sua funzione è intesa come puramente romantica, fonte dell'amore e delle emozioni. Una persona descritta come dotata di un 'grande cuore' a immaginata co me molto affettuosa e generosa. Malgrado le canzoni e le poesie d'amore dove il 'cuore' gioca un ruolo di primo piano i me dici sanno bene che il cuore è essenzialmente un musco [LEGGI RESTANTE]


L'attacco cardiaco o attacco di cuore si presenta con sintomi che vanno dal dolore al centro del petto al collo, i rischi di un arresto cardiaco possono essere fatali.
Trombosi coronarica è il termine medico con cui si indica la forma più comune di attacco cardiaco. La causa immediata è l'occlusione di una delle arterie coronarie a causa di un coagulo di sangue (trombo), che interrompe il rifornimento di sangue a una zona del muscolo cardiaco, danneggiandolo per carenza di ossigeno. La trombosi si manifesta di solito solo nella gente con arterie coronarie già quasi occluse dalla malattia coronarica . Se la zona danneggiata è circoscritta, e se il sistema di conduzione elettrico del cuore non è compromesso, l'attacco è superabile e le possibilità di ripresa s [LEGGI RESTANTE]


Sangue, cuore, vene, capillari e arterie: il sistema circolatorio.
II sangue è il «sistema veicolare» del corpo. Sua massima funzione è convogliare a tutti i tessuti sia il carburante che occorre, sia l'ossigeno necessario per bruciarlo. Inoltre porta all'esterno le sostanze di rifiuto dei tessuti e partecipa alla regolazione della temperatura. Per far ciò, circola senza posa. Cardine del sistema circolatorio è il cuore, il cui pulsare fa fare ogni minuto ad almeno 5 litri di sangue l'intero «circuito». Schematicamente, il cuore è costituito da due pompe affiancate. Il sangue è pompato dal cuore destro ai polmoni, dove si arricchisce di ossigeno ed elimina anidrid [LEGGI RESTANTE]


Le arterie coronarie: come si formano coaguli di sangue nelle arterie.
II cuore possiede un proprio sistema di rifornimento sanguigno che gli permette di contrarsi con regolare intensità. Una parte del sangue ossigenato di fresco che viene pompato fuori dall'aorta scorre nelle due arterie coronarie. Queste arterie formano una rete di ramificazioni sulla superfìcie del cuore.
Come si formano coaguli di sangue nelle arterie
Sebbene le placche ateromatose possano formarsi dovunque lungo l'arteria, il loro accumulo avviene più frequentemente là dove il flusso del sangue è già di perse ostacolato. Dove avviene la formazione dell'ateroma la parete arteriosa si irruv [LEGGI RESTANTE]


II ciclo cardiaco, per permettere al sangue di circolare senza soste, si basa su due fasi, sistole e diastole.
Possiamo considerare l' apparato circolatorio come il circuito entro cui si muove il sangue. E costituito dal cuore, che funge da pompa di tale sistema, dalle arterie e dalle vene, che sono i canali entro cui scorre il sangue.

Il CUORE
E' un organo muscolare cavo, situato tra i polmoni quasi al centro della gabbia toracica. Nell'uomo pesa circa 350 g e la sua grandezza può essere rapportata a quella di un pugno. Poggia sul muscolo diaframma ed è protetto all'esterno dalle costole. Suo compito è quello di determinare il movimento del sangue, agendo come una pompa premente ed aspirante [LEGGI RESTANTE]


I benefici che si hanno al cuore con l'attività sportiva.
Gli effetti dell'attività sportiva si riflettono positivamente sul rendimento dell'apparato cardiocircolatorio, rendendolo più efficiente. Un cuore allenato soprattutto alla resistenza, presenta le cavità atriali e ventricolari più ampie, capaci di accogliere ogni volta una maggiore quantità di sangue. Le pareti parallelamente si ispessiscono e acquisiscono una superiore tonicità che permette di contrarsi con adeguato vigore inviando in circolo più sangue a ogni sistole. Gli aumenti quindi della gittata sistolica e della portata cardiaca permettono di avere una frequenza a parità di sforzo inferior [LEGGI RESTANTE]


Giramento di testa.
Quando si è presi da questa sensazione, detta anche capogiro o vertigine, sembra di girare su se stessi anche se in realtà si sta fermi; oppure, al contrario, sembra che tutta la stanza stia ruotando. In ogni caso si perde il senso dell'equilibrio e qualche volta si può davvero finire a terra. Il capogiro non è una malattia, ma il sintomo di un disturbo più o meno grave: nella gran parte dei casi indica quella che i medici definiscono una ipotensione posturale, cioè una improvvisa caduta della pressione arteriosa dovuta a un brusco cambiamento di posizione: è abbastanza facile che capiti, per esempio, [LEGGI RESTANTE]


Embolia cerebrale ed embolia polmonare: quali sono i rischi, i sintomi e i danni che possono comportare l'embolia cerebrale e l'embolia polmonare.
L'embolia è l'occlusione brusca di un vaso sanguigno (più spesso un'arteria) o linfatico da parte di un embolo, cioè di un corpo estraneo (coagulo di sangue, accumulo di germi, frammento di tumore, ecc.) trasportato dalla circolazione. Questa occlusione embolica si verifica con più frequenza dopo i 40 anni, soprattutto dopo i 60 anni e spesso è facilitata dall'arteriosclerosi: quando un tratto di arteria si ispessisce per accumulo di grasso e altre sostanze, anche un piccolo embolo può ostruirla del tutto. Tra le forme più gravi di embolia vi sono la cerebrale e la polmonare.

[LEGGI RESTANTE]


Tachicardia parossistica sopraventricolare: cause, rischi e sintomi.
La tachicardia, e precisamente quella detta parossistica è l'accelerazione parossistica della frequenza delle contrazioni cardiache, che inizia e termina bruscamente. Si distinguono forme sopraventricolari e forme ventricolari.

TACHICARDIA SOPRA VENTRICOLARE
È caratterizzata da contrazioni cardiache accelerate e a ritmo assolutamente regolare che raggiungono la frequenza di circa 160 al minuto e di rado oltrepassano i 200, mentre nei bambini si riscontrano frequenze di 250-300. L'attacco dura pochi minuti o più spesso alcune ore, di rado qualche giorno. L'intensità dei [LEGGI RESTANTE]


Come capire se si soffre di angina pectoris? Quali sono le caratteristiche del dolore che contraddistingue l' angina pectoris?
Angina è un termine medico che significa dolore. Angina pectoris significa dolore al petto; queste due parole sono passate nel linguaggio comune e stanno a indicare un dolore al cuore. Tuttavia, molti dolori al petto non hanno nulla a che fare con il cuore. Possono nascere da un crampo, da una lesione dei muscoli della parete toracica, da un'infiammazione della superficie del polmone, da uno spasmo o dalla presenza di acido nell'esofago. Un dolore al petto molto diffuso è causato dalle costole, che possono infiammarsi alla congiunzione tra il segmento osseo posteriore e quello cartilaginoso anterio [LEGGI RESTANTE]


Angina catarrale, angina di vincent, angina difterica, angina scarlattinosa, angina della mononucleosi infettiva: sintomi e cause.
L'angina è un termine generico dato a quelle condizioni morbose che provocano nel malato una sensazione di restringimento o costrizione della parte colpita. L’angina di petto, ad esempio, indica una affezione cardiaca che provoca una sensazione di restringimento al torace. Quando invece si parla soltanto di angina, si intende più comunemente la tonsillite, ossia l'infiammazione delle tonsille, che provoca un senso di restringimento alla gola, avvertibile soprattutto durante la semplice deglutizione della saliva. Esistono vari tipi di angine, acute o croniche, che vengono distinte secondo il modo con il q [LEGGI RESTANTE]


Sembra che la pressione bassa, evitando sovraffaticamenti all'apparato circolatorio, crei le condizioni che predispongono a una vita più lunga del normale.
Pompato continuamente dal cuore, in modo intermittente, il sangue circola all'interno dei vasi (passando dapprima nelle arterie, quindi nei capillari - dove avvengono gli scambi gassosi - e infine nelle vene, che lo riconducono al cuore) con una pressione variabile ritmicamente, via via più bassa e uniforme procedendo dal centro verso la periferia. Nelle arterie, dove a causa della vicinanza del cuore è più direttamente risentito l'effetto delle contrazioni cardiache, il sangue scorre in maniera pulsante (come risulta evidente quando una ferita danneggia uno di questi vasi, provocando una emorragia): la p [LEGGI RESTANTE]







   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.