Contattaci

Come reagire a quel complesso di problemi che fanno della menopausa e del climaterio uno dei periodi più critici dell'esistenza di una donna?

Come reagire a quel complesso di problemi che fanno della menopausa e del climaterio uno dei periodi più critici dell'esistenza di una donna?

II termine menopausa indica la definitiva scomparsa delle mestruazioni. La menopausa è un momento di un periodo lungo e complesso durante il quale l'organismo femminile va incontro a tutta una serie di modificazioni, causate dal progressivo declino della funzione ovarica. Questo periodo (climaterio) dura in media quattro-sei anni e si colloca tra i quaranta e i cinquantacinque anni di età. Tutte le donne sanno che, a un certo punto, vedranno diradarsi e poi scomparire gli appuntamenti mestruali. Sanno anche che questo fenomeno si accompagna spesso a disturbi fastidiosi. Ma poche sanno perché tutto questo succede. II fatto è che, dopo anni e anni di mestruazioni, quindi di ovulazioni, il numero di ovociti (cioè di cellule riproduttive femminili) si è ridotto (perché il numero totale è fissato fin dalla nascita e via via, durante la vita, gli ovociti vengono perduti), L'esaurimento ovarico quindi risulta inevitabile. E si esprime inizialmente con la scomparsa dell'ovulazione - quindi della capacità riproduttiva e della mestruazione , e successivamente con la riduzione degli ormoni prodotti dall'ovaio.

La carenza di questi ormoni determina lente ma progressive modificazioni in quegli organi e tessuti sensibili agli ormoni sessuati: vulva, vagina, utero, tube. mammella, uretra, cervello, cute, muscoli, ossa e sistema cardiovascolare. Molle donne non avvertono che in minima parie queste modificazioni e vi si adattano senza problemi. Ma molte altre (più della metà) accusano invece una serie di disturbi, con sintomi caratteristici: vampate, sudorazioni, secchezza vaginale, osteoporosi. Se questi disturbi si fanno drammatici, la menopausa viene vissuta come una malattia anche se è soltanto una tappa fisiologica. Ma, a rendere critico il momento della menopausa, spesso sono i problemi psicologici, che si intrecciano con quelli fisici. Prima di tutto ci sono molte donne che, senza mestruazioni, non si sentono più donne. Se per tutta la vita hanno concepito la loro sessualità strettamente legata alla funzione riproduttiva, quando questa viene meno chiudono la propria storia erotica.

E cosi rinunciano a un piacere sessuale, del quale potrebbero godere ancora per molti anni (perché la menopausa non influenza affatto la sessualità, dal punto dì vista biologico), solo perché ritengono, a torto, che per loro sia scaduto il tempo dell'amore. Spesso si convincono di questo guardandosi allo specchio, e notando gli inevitabili segni degli anni; pensano di non essere più desiderabili. La loro è una vera crisi di identità, talvolta accentuata da cambiamenti familiari e relazionali che avvengono proprio in questo periodo. È facile che i figli, se sono grandi, si rendano indipendenti: si tratta di un passo legittimo e inevitabile, ma in un momento come questo viene vissuto come un duro colpo. Capita spesso, poi, che a questa età si perdano persone care: un altro attacco alle proprie sicurezze.

Come reagire a quel complesso di problemi che fanno della menopausa e del climaterio uno dei periodi più critici dell'esistenza di una donna? Innanzitutto oggi ci sono dei farmaci (ormoni, vitamine, blandi sedativi) che possono attenuare eventuali disturbi climaterici. Ma è fondamentale che una donna ribalti l'idea della menopausa come momento in cui le viene sottratto qualcosa. Può cercare di vivere questo naturale passaggio come un'occasione per trovare nuovi motivi di autostima, di autorealizzazione, di piacere di vivere. Come si fa? Basta investire le proprie energie, non più impegnate sul fronte delta maternità, in nuovi interessi, in particolare nella cura del corpo, in una alimentazione ben dosata, in lavori extradomestici o hobby. I ginecologi più sensibili oggi evitano di caricare una donna in menopausa di farmaci, e le consigliano piuttosto molto esercizio fisico. La palestra si rivela utile più che mai: per combattere l'osteoporosi, per mantenere in forma il proprio corpo, per socializzare.

È inutile sottolineare che una donna affronterà tanto meglio la menopausa quanto più la sua vita affettiva sarà ricca e vivace. L'amorevole compagnia del marito, l'affettuosa presenza dei figli, il calore degli amici si rivelano, come sempre, le "medicine" migliori. contro la malinconia che può prendere quando, insieme alle mestruazioni, si ha la sensazione di perdere una parie di sé.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.