Contattaci

Tubercolosi: Quali sono i sintomi della tubercolosi? Quale è la prognosi per la tubercolosi?

Tubercolosi: Quali sono i sintomi della tubercolosi? Quale è la prognosi per la tubercolosi?

La tubercolosi è una Malattia infettiva e soprattutto estremamente contagiosa provocata dal «bacillo di Koch» (Mycobacterium tuberculosis). La tubercolosi può essere acuta o cronica, localizzata oppure generalizzata. Nella maggior parte dei casi, la lesione tubercolare iniziale si localizza nei polmoni, e da qui il bacillo può diffondersi nell'organismo per via linfatica, sanguigna o bronchiale. Nella tubercolosi si osserva una infezione primaria, molto comune, soprattutto nei bambini e nei giovani, il cui focolaio si trova quasi sempre nei polmoni ed è soprattutto una manifestazione linfoghiandolare; nel 60-80 per cento dei casi, l’infezione primaria tubercolare è priva di sintomi o determina sintomi molto modesti; comunque, la prognosi è nel complesso favorevole e la guarigione è la regola.

La forma più frequente della tubercolosi (85 per cento di tutte le forme di tubercolosi) è la polmonare, e precisamente la tubercolosi ulcero-caseosa dell’adulto, che è una tubercolosi da reinfezione caratterizzata da una minima partecipazione linfoghiandolare, una tendenza alla formazione di cavità o caverne polmonari e da una estrema cronicità. In circa la metà dei casi, la malattia inizia insidiosamente con stanchezza fisica e psichica, febbre inizialmente modesta che sopraggiunge soprattutto alla sera, tachicardia se la febbre aumenta dopo uno sforzo moderato; sintomi più evidenti, ma tardivi, sono dimagrimento, inappetenza, sudori notturni, disturbi delle mestruazione e soprattutto tosse (all’inizio secca, modica, intermittente, ad accessi, di mattina al momento di alzarsi dal letto) espettorazioni che quando si sono formate cavità tubercolari diventano abbondanti, purulente, giallastre, in genere non maleodoranti. Fra le complicazioni della tubercolosi polmonare si annoverano, oltre l’ottisi, la pleurite secca o fibrinosa, la pleurite siero-fibrinosa, la pleurite purulenta, la tubercolosi tracheo-bronchiale, la tubercolosi laringea, la perforazione pleuro-polmonare.

La prognosi della tubercolosi polmonare è spesso difficile perché questa malattia può avere aggravamenti rapidi e imprevisti, regredire o anche guarire a livello dei polmoni e manifestarsi in altra sede (per esempio nelle meningi) con una lesione fatale. Nel bambino e nell’adolescente, la prognosi è sempre più grave che nell’adulto. Comunque è migliore nei malati di ogni età che si curano abbastanza precocemente e con assiduità. Nonostante i progressi della terapia, la tubercolosi polmonare è però ancora una malattia grave: si registra, in media, un decesso all’anno su 5-10 casi di tubercolosi polmonare evolutiva.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.