Contattaci

Il gusto e le papille gustative: come percepiamo i sapori.

Il gusto e le papille gustative: come percepiamo i sapori.

Un meccanismo complesso e articolato per una sensazione immediata e piacevole: questo è il gusto. Le papille gustative, cioè la prima frontiera organica del gusto, non sono disposte sulla lingua in modo inde­terminato: quelle che sentono il dolce sono sulla punta, quelle che avvertono il salato e l'aspro a metà, quelle dell'amaro alla ra­dice della lingua. Dalla lingua e anche dal­la faringe, dove hanno sede altre papille gustative, partono poi dei nervi che porta­no fino al cervello le sensazioni dei sapori: e se queste sensazioni sono piacevoli, il cervello le rinvia alla bocca e allo stomaco dove altri fenomeni (per esempio una più abbondante salivazione e una maggiore se­crezione di succhi gastrici) contribuiscono a far crescere lo stimolo della fame.

Il gu­sto può facilmente essere turbato o modi­ficato: da un forte raffreddore, per esem­pio, oppure da una lingua "patinata".Il dolce e il salato sono, insieme all'aspro e all'amaro, i sapori che le papille gustative percepiscono, mettendo in azione il complesso meccanismo del gusto. Cambiando le caratteristiche del cibo il gusto può essere modificato: dopo 20 gior­ni di alimentazione insipida, in particola­re, e dopo 60 giorni di alimentazione senza sapori dolci, il gusto del salato e del dolce viene attenuato





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.