Contattaci

Herpes labiale, herpes genitale e herpes zoster.

Herpes labiale, herpes genitale e herpes zoster.

Uno dei germi più diffusi tra quelli che sono ospiti dell'organismo umano è l'herpes. Si tratta di un virus che, dopo essere pene­trato nel corpo e aver causato la prima in­fezione, tende a insediarsi nell'organismo per lunghissimo tempo e a generare di tan­to in tanto altri episodi infettivi: ciò dipen­de dal fatto che l'herpes riesce a neutraliz­zare efficacemente l'attacco degli anticor­pi. Ed ecco l'elenco delle più frequenti in­fezioni che vengono causate da questo virus.

Herpes labiale (o "febbre"). È di gran lunga la più frequente forma infettiva ge­nerata dall'herpes. Attorno alle labbra si formano delle minuscole bollicine che, do­po qualche giorno, si rompono e si copro­no di una crosticina gialla. È un disturbo leggero, che si risolve spontaneamente e rapidamente: provoca soltanto un po' di prurito e di dolore, ma quello che disturba di più è il fatto che ricompare periodicamente... La "febbre" tende a tornare quando si è stanchi o ammalati: anche la prolungata esposizione ai raggi del sole e al vento ne favorisce la formazione. Una buona misura preventiva, perciò, è quella di proteggere le labbra dal sole; per la cura dell'herpes labiale esistono pomate a base di antibiotici che, se vengono applicate per tempo, e ripetutamente, accelerano la gua­rigione.

Herpes genitale. Un secondo tipo di virus erpetico, l'HSV 2, è responsabile dell'infezione sessuale che in tutto il mondo industrializzato è attualmente, dopo la go­norrea (Malattie veneree), la più fre­quente. L'herpes genitale si trasmette per contatto sessuale o per contatto orale con una persona ammalata di herpes labiale. Procura prurito e vesciche che compaiono a volte non solo sugli organi genitali ma anche sulle cosce: in molti casi da anche febbre. Non è una malattia grave, ma va curata da un medico specialista per evitare la continua recrudescenza.

Herpes zoster.. È chiamato anche "fuoco di sant'Antonio"; l'arrossamento e le vesciche compaiono in questo caso sul tron­co. Ma il vero responsabile di questa malattia, abbastanza rara, non è l'herpes ma il virus della varicella.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.