Contattaci

I germogli sono un alimento sano e nutriente.Di seguito spieghiamo come si coltivano i germogli nel vaso.

I germogli sono un alimento sano e nutriente.Di seguito spieghiamo come si coltivano i germogli nel vaso.

Poco diffusi in Italia data la larga disponibilità di frutta e di verdura fresche, i germogli sono molto consumati in numerosi paesi per i quali costituiscono una delle fonti principali di vitamine. Da tempo anche i nostri supermercati alimentari mettono in vendita germogli di soia da consumare crudi in insalata, oppure appena sbollentati. È possibile coltivarli in casa partendo dai semi dei legumi (fagioli, ceci, lenticchie, ecc.) o dei cereali (frumento, granturco, ecc.). Deputati a dare la vita a nuove piante, i semi concentrano numerose sostanze preziose: carboidrati (sotto forma di amidi), proteine, vitamine, sali minerali. Ma nella maggior parte dei casi non è possibile mangiarli crudi: sono difficili da masticare e la pellicola che li riveste risulta difficilmente digeribile. È per questi motivi che ricorriamo alla cottura, una pratica che determina però la dispersione di alcune sostanze nutritive.

La germinazione può rappresentare un'alternativa alla cottura fornendo un doppio vantaggio: il germoglio risulta molto digeribile e, nello stesso tempo, molto nutriente. Le sostanze che contiene sono numerose, prime fra tutte le vitamine: le troviamo in tutta la loro gamma, anche se in quantità differenti. E così anche i sali minerali. Ma è la presenza della clorofilla a risultare della massima importanza. Paragonata al nostro sangue, questa sostanza ha una struttura molecolare formata dal magnesio: per questo motivo è altamente rigenerante.

Come coltivare i germogli nel vaso?La germinazione avviene grazie a due elementi: l'acqua e l'aria. Ma quali sono i semi da usare? I più facili sono senz'altro la soia, i fagioli, i ceci, le lenticchie, la senape, il crescione, il frumento, il granturco. Il tempo di germinazione varia da pianta a pianta, ma in genere dura da due a cinque giorni: le erboristerie più fornite sono in grado di consigliare sia i semi sia i contenitori più idonei. Anche un normale vaso di vetro va bene. Deporvi una piccola quantità di semi tenendo conto che germogliando aumenteranno di volume. Aggiungere acqua tiepida e lasciare in ammollo da 4 a 12 ore. Chiudere il barattolo con una garza trattenuta da un elastico e alla fine dell'ammollo, scolare l'acqua attraverso la garza lasciando il barattolo inclinato affinchè, pur prendendo aria, anche l'ultima goccia di acqua possa essere eliminata. Due volte al giorno è necessario fare i risciacqui con acqua tiepida e sempre attraverso la garza: dopo 4-8 giorni i germogli sono pronti per essere consumati. In genere si mangia tutto: il germoglio vero e proprio e ciò che resta del seme. Possono essere aggiunti alle insalate o consumati da soli, serviti come contorni o come guarnizione di un piatto unico (per esempio nell'insalata di riso). Di sicuro i germogli sono un alimento sano e nutriente.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.