Contattaci

Medicina rigenerativa: uso delle cellule staminali per ricostruire tessuti danneggiati a causa di traumi, incidenti, tumori, oppure di difetti congeniti.

Medicina rigenerativa: uso delle cellule staminali per ricostruire tessuti danneggiati a causa di traumi, incidenti, tumori, oppure di difetti congeniti.

Nuova strategia per ricostruire il muscolo scheletrico sfruttando le potenzialità delle cellule staminali: a descriverla sulle pagine della prestigiosa rivista The FASEB Journal è un gruppo mMultidisciplinare di ricercatori dell'Università di Padova, coordinato da Paolo De Coppi. Nichela Pozzobon. Libero Vitiello, Nicola Elvassore e finanziato dalla Fondazione Città della Speranza e da Telethon. Obiettivo della medicina rigenerativa è riparare o ricostruire tessuti danneggiati a causa di traumi, incidenti, tumori, oppure di difetti congeniti come nel caso delle distrofie muscolari. Grazie alla commistione di competenze diverse - non solo biologia, ma anche ingegneria e chirurgia - i ricercatori padovani sono riusciti per la prima volta a indurre la rigenerazione di tessuto muscolare scheletrico nel modello animale, grazie a una miscela di cellule staminali e di un particolare biomateriale. La particolarità della tecnica sta proprio nel fatto che, per aiutare le cellule staminali a promuovere la riparazione del danno muscolare. sono state somministrate disciolte in un liquido a base di acido ialuronico, chiamato hydrogel.

Componente normale delle cartilagini, l'acido ialuronico è una sostanza già utilizzata in ambito medico ed è quindi sicura dal punto di vista dì possibili reazioni avverse. Illuminato da luce ultravioletta, l'hydrogel diventa un gel semisolido e costituisce quindi un supporto efficiente per le cellule staminali, che hanno così il tempo e l'ambiente adatto per proliferare ed esercitare il proprio ruolo rigenerativo. I ricercatori hanno infatti osservato che i muscoli dell'animale recuperavano non solo la loro massa iniziale e la capacità di contrarsi, ma anche la corretta presenza di nervi e vasi sanguigni. Questi risultati sono quindi un'incoraggiante premessa allo sviluppo di un nuovo approccio di medicina rigenerativa, applicabile in numerose patologie che portano alla perdita più o meno estesa di massa muscolare, sia nei bambini che negli adulti.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.