Contattaci

Denti accavallati o malocclusi.

Denti accavallati o malocclusi.

Nella disposizione ideale della dentatura, i denti sono diritti, regolarmente distanziati, senza sovrapposizione ne intervalli ed esattamente della misura adatta per l'osso in cui sono inseriti. Il rapporto ideale fra i denti superiori e inferiori chiusi (la cosiddetta occlusione) si verifica quando i denti superiori sopravanzano leggermente i denti inferiori con le punte dei molari che si alternano. Tuttavia pochissime persone hanno denti perfetti. Una delle ragioni è che si ereditano caratteristiche diverse da ciascun genitore, e talvolta i due non sono uguali. Per esempio, se i denti sono troppo grossi per le mascelle, risulteranno fitti e potranno svilupparsi soltanto spingendosi indietro o in avanti o sovrapponendosi ai denti adiacenti. Se i denti sono troppo piccoli per le mascelle, ne risulta una dentatura diradata. Se la mascella inferiore è più piccola di quella superiore, e le labbra sono anch'esse troppo piccole, i denti della mascella superiore sporgono in fuori (occlusione difettosa o malocclusione). Non è solo l'ereditarietà che provoca l'irregolarità dei denti: l'accavallamento talvolta è il risultato della perdita prematura dei denti di latte in seguito alla carie. Per esempio, quando i molari di latte sono perduti prematuramente, i molari definitivi si spostano in avanti nella mandibola per riempire il vuoto. Di conseguenza, quando appaiono i premolari e i canini definitivi, a un'età compresa fra gli 11 e i 13 anni, essi sono spostati nella naturale arcata dentaria, e in qualche caso non spuntano affatto. Talvolta l'accavallamento che avviene quando compaiono i secondi denti è solo temporaneo. Ciò avviene in particolare con i denti frontali inferiori; la mandibola spesso cresce abbastanza da eliminare l'accavallamento. Nei casi normali di accavallamento, vi è solo un lieve aumento del rischio di carie dentaria e di malattie delle gengive, poiché è più difficile mantenere puliti i denti accavallati.

Quanto è frequente il problema? Almeno il 30% dei ragazzi di età inferiore ai 20 anni può trarre vantaggio dal trattamento dei denti accavallati; questo può aiutarli a mantenere i denti e le gengive più puliti e a masticare il cibo con maggiore efficienza, migliorando l'aspetto della bocca.

Che cosa fare? Se siete un adulto con qualche dente accavallato o storto, il dentista probabilmente vi dirà che questo problema può essere corretto solo con molta pazienza e fastidio. Se il problema è grave, dovrete accettare il fatto che non esistono facili rimedi. Se l'aspetto dei vostri denti vi crea problemi psicologici, potete sottoporvi a un intervento o semplicemente accettare questo inconveniente riconoscendo che molte persone con alterazioni più gravi le hanno accettate. Se i vostri figli hanno denti accavallati o malocclusi, devono andare dal dentista. Il trattamento è più efficace durante l'infanzia e la prima adolescenza, quando i denti e le mascelle stanno ancora crescendo e sviluppandosi.

Qual è il trattamento? Nel caso dei bambini, aiutateli ad aver cura dei propri denti. Come sempre, insegnate loro a combattere la carie dentaria. Il dentista potrà curare denti soltanto poco accavallati, ma per un trattamento più importante è meglio andare da uno specialista in ortodonzia, che pratica in particolare la correzione di varie irregolarità dei denti.

L'ortodontista effettuerà una radiografia panoramica per controllare che tutti i denti definitivi si stiano formando e possano fuoriuscire. Se sembra probabile un accavallamento, il trattamento consiste nell'estrarre un dente vicino che è già spuntato per lasciare spazio al nuovo dente. Il trattamento di base dei denti irregolari consiste nel portare un apparecchio per qualche mese. L'apparecchio viene ancorato inserendolo attorno a parecchi denti e spesso ha molle che esercitano una continua compressione sul dente facendolo ruotare o spingendolo in avanti o indietro o di lato lungo l'osso, a seconda del caso, in modo che possa essere allineato regolarmente. Questo procedimento è naturalmente più efficace durante l'infanzia e l'adolescenza, prima che l'osso maturi e si indurisca. L'apparecchio può «intrappolare» placca dentaria, per cui bisogna che il bambino abbia una cura particolare nel pulirsi i denti e l'apparecchio dopo ogni pasto.

Gli apparecchi correttivi vengono spesso usati quando gli incisivi superiori sporgono in fuori e i canini sono sporgenti e accavallati. In questo caso l'ortodontista effettuerà un calco dei denti e una radiografìa per controllare i denti che non sono ancora spuntati. Dapprima può essere necessario estrarre qualche premolare, poi si applica un apparecchio per spingere i canini nella giusta posizione; in seguito si prepara un nuovo apparecchio per spingere indietro gli incisivi superiori, in modo che non esista un intervallo fra questi e i canini. Questo trattamento inizia all'età di circa 10-13 anni, dura 18-24 mesi e richiede molta perseveranza da parte del bambino e dei genitori. La parte finale del trattamento consiste nell'applicare un altro apparecchio, detto «piastra di ritenzione», per 6-18 mesi, che mantiene tutti i denti nella nuova posizione mentre l'osso mascellare si indurisce attorno ad essi. Se, da adulti, avete il complesso di denti accavallati o malocclusi, è possibile far ricorso a un intervento di chirurgia correttiva, che rimette in sesto alcuni denti e se necessario l'osso mascellare.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.