Contattaci

Sangue, cuore, vene, capillari e arterie: il sistema circolatorio.

Sangue, cuore, vene, capillari e arterie: il sistema circolatorio.

II sangue è il «sistema veicolare» del corpo. Sua massima funzione è convogliare a tutti i tessuti sia il carburante che occorre, sia l'ossigeno necessario per bruciarlo. Inoltre porta all'esterno le sostanze di rifiuto dei tessuti e partecipa alla regolazione della temperatura. Per far ciò, circola senza posa. Cardine del sistema circolatorio è il cuore, il cui pulsare fa fare ogni minuto ad almeno 5 litri di sangue l'intero «circuito». Schematicamente, il cuore è costituito da due pompe affiancate. Il sangue è pompato dal cuore destro ai polmoni, dove si arricchisce di ossigeno ed elimina anidride carbonica. Ossigenato, va al cuore sinistro, da dove è pompato verso tutti gli organi e tessuti. Sia ai polmoni che al resto del corpo, il sangue è convogliato dalle arterie, vasi che si ramificano diventando più piccoli, le arteriole, che a loro volta si ramificano riducendosi di calibro fino a diventare «capillari». Dai capillari arteriosi, deposto il suo carico nutritivo, il sangue passa nei capillari venosi che confluiscono nelle vene, e infine riporta al cuore, con i rifiuti da eliminare, il sangue «usato».

Come circola il sangue
II cuore agisce come una pompa che spinge il sangue attraverso il corpo. Il sangue non ossigenato "usato" compie un giro completo del corpo e viene pompato dal ventricolo destro nei polmoni. Qui si arricchisce di ossigeno ed elimina anidride carbonica. Il nuovo sangue ossigenato (in marrone) ritorna sul lato sinistro del cuore. Dal ventricolo sinistro il torrente sanguigno raggiunge tutti i tessuti del corpo. I disturbi del cuore e della circolazione sono molti e vari: in questo capitolo saranno esaminati i più comuni. Tra essi, nel nostro secolo è balzata in primo piano la malattia coronarica, alla base della quale sta l'aterosclerosi, un ispessimento della tunica interna dei vasi sanguigni. Le cause di tale ispessimento non sono del tutto accertate, ma i medici hanno individuato vari fattori che gli sono senza dubbio collegati: l'eccessivo fumo di sigarette, l'obesità, la vita sedentaria, una dieta troppo ricca di grassi. La malattia coronarica, che può portare al ben noto infarto cardiaco, è la causa di un terzo delle morti nei paesi occidentali. Nella persona sana, i due lati del cuore battono regolarmente, ma alcuni disordini fanno si che le pulsazioni perdano il ritmo normale, o diventino troppo frequenti, o troppo lente. I disordini del ritmo possono essere curati con i tarmaci o inserendo sotto la cute un pacemaker per regolarlo. Il battito può anche essere alterato da malattie del muscolo cardiaco, quello che da al cuore la forza di pompare il sangue.

Le valvole
Per far si che il sangue fluisca in una sola direzione, il cuore è dotato di valvole a una via. Se esse non funzionano a dovere, si ha una malattia valvolare. La disfunzione di una valvola può causare ritenzione di liquidi nei tessuti o portare all'insufficienza cardiaca. Fortunatamente, il chirurgo può oggi riparare e anche sostituire le valvole cardiache danneggiate. Infine, anche se il cuore è sano, il cattivo stato dei vasi sanguigni può provocare numerosi disturbi.

La prevenzione
II trattamento dei disturbi cardiaci e circolatori ha fatto enormi progressi negli ultimi 20 anni, grazie a più avanzate tecniche chirurgiche. In troppi casi, tuttavia, il primo manifestarsi di una malattia seria conduce all'inabilità permanente, o alla morte. Poiché molte malattie cardiocircolatorie si possono prevenire, la medicina insiste sull'importanza di condurre una vita sana prima che si verifi-chi qualcosa, e non dopo che il malanno si è manifestato. Per quanto riguarda le Malattie congenite di cuore, v. l'omonimo articolo a p. 656.

Struttura del cuore e dei vasi sanguigni


Il cuore
Praticamente il cuore è una sacca muscolare formata da 2 pompe, ciascuna divisa in 2 compartimenti (collegati da valvole), il più importante dei quali è il ventricolo sinistro, che pompa attraverso l'aorta in ogni parte del corpo il sangue appena ossigenato nei polmoni. Il sangue «usato» torna al cuore attraverso la rete venosa, che sbocca in 2 grossi vasi (vena cava superiore e inferiore). Questi sfociano nell'atrio destro, da cui il sangue passa, attraverso la valvola tricuspide, nel ventricolo destro. Questo lo pompa, attraverso l'arteria polmonare, nei polmoni dove si ricarica di ossigeno. Il sangue, ossigenato, torna al cuore attraverso le vene polmonari, e si immette nell'atrio sinistro. Dall'atrio sinistro (orecchietta sinistra) passa nel ventricolo sinistro.

I vasi sanguigni
I vasi sanguigni, che confluiscono verso il cuore o se ne diramano, convogliano il sangue in tutto il corpo. Per una dettagliata spiegazione della circolazione sanguigna.

Arterie
Le arterie portano il sangue dal cuore alla periferia. Le loro pareti devono essere forti, poiché il sangue pompato dal cuore vi scorre sotto forte pressione. Le pareti arteriose sono formate da 4 strati: la tunica interna o intima, fasciata da uno strato di tessuto elastico; la tunica media; la tunica muscolare; la tunica esterna, ricca di fibre nervose.

Capillari
I capillari, sottilissime proiezioni delle arterie che portano il sangue a ogni cellula dell'organismo. L'ossigeno e gli altri elementi nutritivi filtrano attraverso le loro pareti raggiungendo i vari tessuti, da cui prelevano i materiali dì rifiuto portandoli alle vene che li convogliano verso il cuore.

Vene
Le vene portano il sangue al cuore. Poiché in esse il sangue scorre a pressione molto inferiore che nelle arterie, le loro pareti sono più sottili, meno elastiche e meno ricche di tessuto muscolare. Questo, contraendosi, spinge il sangue verso il cuore. Le valvole (in basso a sinistra) fanno si che il sangue non rifluisca. Nelle vene vi sono3 strati: la tunica esterna, fibrosa; la media, muscolare ed elastica; e l'intima, membranosa, di rivestimento.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.