Contattaci

I sintomi del pneumotorace : difficoltà di respiro e dolore al petto.

I sintomi del pneumotorace : difficoltà di respiro e dolore al petto.

Quando un polmone sano si espande e si contrae, i due strati della pleura scivolano con facilità l'uno sulla superficie lubrificata dell'altro. Un pneumotorace si verifica quando dell'aria penetra nel cavo pleurico tra i due strati e li separa forzatamente. Come conseguenza, una parte del polmone perde la sua elasticità e viene privata dell'aria. La causa di questo disturbo può essere una lesione al torace, o, più spesso, l'infiltrazione di aria nella pleura dai polmoni stessi. Un pneumotorace lieve spesso può risolversi da solo; ma a volte nello spazio pleurico entra più aria, col conseguente collasso di parti sempre più ampie del polmone.

Quali sono i sintomi?
I sintomi più caratteristici sono difficoltà di respiro e dolore al petto, in genere dal lato colpito, ma a volte anche nella parte bassa del collo. II dolore generalmente è acuto e improvviso, tuttavia può essere a volte poco più che una sensazione di disagio generale localizzata al torace. Ci può essere anche un senso di tensione attraverso il torace. La gravita dei sintomi dipende dalle dimensioni dell'area danneggiata e dallo stato di salute generale del malato. Se siete giovani e in buone condizioni, sentirete poco dolore e avrete poche difficoltà respiratorie anche se avete un pneumotorace piuttosto esteso e una grossa porzione de polmone collassato. Se invece siete di mezza età e soffrite di bronchite cronica, un piccole pneumotorace può essere estremamente doloroso e causare acute difficoltà respiratorie

Quanto è frequente il problema?
Il pneumotorace è relativamente raro. In un anno, in media, circa 1 persona su 5000 consulta il medico per questo disturbo. Esso si verifica soprattutto in uomini giovani e dei tutto sani da ogni altro punto di vista e m persone di mezza età, sia uomini che donne cui polmoni sono già danneggiati da asma, bronchite cronica, enfisema, o altre gravi malattie polmonari.

Quali sono i rischi?
Molto dipende da quanta aria è riuscita a penetrare nella pleura. Spesso un piccolo pneumotorace è privo di conseguenze e guarisce da solo. Ma se c'è un foro che permette al pneumotorace di aumentare in grandezza, si hanno crescenti difficoltà di respiro e dolori tanto più intensi quanto più il polmone è collassato. Se la malattia non viene curata, è probabile una Insufficienza respiratoria. Che cosa fare? Se sospettate di avere questo disturbo, consultate il medico. L'esame del vostro torace con uno stetoscopio potrà rapidamente individuare un ampio pneumotorace, ma il medico potrebbe avere bisogno di un esame radiografico per individuarne uno piccolo. In ogni caso, anche se si sospetta semplicemente la presenza di questo disturbo, sarete probabilmente ricoverati in ospedale per essere controllati da uno specialista.

Qual è il trattamento?
La cura dipende da dove è localizzato il pneumotorace e dalle condizioni generali dei vostri polmoni. Dal momento che questa malattia spesso guarisce da sola, potrete non avere bisogno di altro che di qualche giorno di osservazione con esami radiologici e di restare a letto a riposare per essere certi che l'aria nello spazio pleurico sia eliminata e che la porzione collassata del polmone non venga più a lungo privata di aria. La cura, se richiesta, consiste innanzitutto di un tentativo di aspirare l'aria dal cavo pleurico per mezzo di un tubo (un catetere) inserito tra le costole nel cavo pleurico. Se la cateterizzazione fallisce, il medico potrà praticare una toracoscopia per scoprire il foro attraverso il quale l'aria è filtrata, e sigillarlo con mezzi chimici.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.