Contattaci

Disturbi del colon: processi infiammatori, fibromi e angiomi

Disturbi del colon: processi infiammatori, fibromi e angiomi

Il colon è parte dell'intestino crasso che è in diretta comunicazione con il retto. Si divide in base alla sua posizione anatomica nell'addome, in colon ascendente, trasverso e discendente. La sua parete è costituita da una tonaca mucosa, piana e liscia, una seconda tonaca muscolare circolare e una terza longitudinale e infine una esterna sierosa. Non svolge in pratica funzioni digestive, ma di riassorbimento dell'acqua (formazioni di feci solide) e di alcuni costituenti del contenuto liquido intestinale necessari all'organismo, sia giunti in questo tratto dall'intestino tenue, sia sintetizzati in loco ad opera della flora batterica presente (come ad esempio, alcune vitamine del gruppo B).

Può andare incontro a processi infiammatori (colite acuta e cronica), alla formazione di diverticoli, specie del suo tratto discendente, anch'essi sede di processi infiammatori, a distonie più o meno accentuate della sua muscolatura (cosiddetta colite spastica, meglio definita colon irritabile), a tumori di origine epiteliale (a carico della mucosa). Alcuni tumori benigni sono piuttosto frequenti, come fibromi, angiomi, e soprattutto adenomi o polipi, che vanno comunque asportati chirurgicamente perché in molti casi si trasformano in tumori maligni. Tra i tumori maligni il carcinoma, che può assumere aspetti macroscopici come lo stenosante cirroso, quello ulcerato, quello vegetante. Purtroppo la loro diagnosi è raramente precoce perché i sintomi diventano evidenti solo nello stadio avanzato con metastasi negli organi vicini.

Il colon irritabile
Sindrome caratterizzata da episodi ricorrenti di stipsi spastica, alternati talora ad episodi diarroici, che si presentano in soggetti nevrotici ed iperemotivi. Manca una effettiva patologia. La malattia compare quasi esclusivamente fra i popoli più progrediti, con netta prevalenza fra gli abitanti degli agglomerati urbani e di mezza età e a costituzione neurolabile. I sintomi principali consistono in irregolarità dell'alvo con prevalente stitichezza, talora episodi diarroici, tenesmo e senso di evacuazione incompleta, dolori addominali ora a tipo crampiforme ora sordi, meteorismo, flatulenza, dispepsia: frequenti i disturbi vasomotori (vampate al viso, cardiopalmo, cefalea, sudorazione). All'esame obiettivo oltre l'addome meteorico è talora apprezzabile i] colon, spastico e dolente, mentre i riflessi di solito risultano accentuati. In assenza di una cura specifica, si somministrano antispastici e antidiarroici.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.