Contattaci
Il corpo e la mente: la mente può controllare il corpo.

Il corpo e la mente: la mente può controllare il corpo.

La salute è un processo a due sensi: i legami fisico mentali sono più stretti e singolari di quanto spesso pensiamo. Allorché si goda di buona forma fisica e di salute mentale, c'è la tendenza a separare i due concetti: pensiamo sempre, come facevano i nostri antenati, che si tratti di due parti separate dell'essere umano, con la mente piantata nella testa come un pilota nella sua carlinga, volto al controllo della sottostante macchina. Sta di fatto che mente e corpo costituiscono uri intreccio inestricabile in cui la mente dovrebbe dominare il corpo, ma di fatto ne è spesso dominata.

Una valida conferma di ciò si ebbe allorché due ricercatori convinsero alcuni professori e amministratori universitari a sottoporsi a un duro, anche se non intenso, allenamento fisico: metà di questi uomini furono trovati ragionevolmente idonei per iniziare, ma l'altra metà era incredibilmente inadatta; molti poi si preoccupavano di rischiare un attacco cardiaco per lo sforzo. Dopo quattro mesi tutta via tutti erano in grado di correre tranquilla mente per alcuni chilometri e nuotare o giocare a tennis o a ping-pong per mezz'ora.

Ma il mutamento davvero notevole si ebbe nel grande miglioramento che ebbero queste persone in fatto di personalità. All'inizio coloro che si erano dimostrati più idonei risultavano anche emotivamente più stabili, meglio dotati di immaginazione, più sicuri di sé e più autosufficienti dei loro colleghi. Al termine quelli che avevano incominciato non idonei avevano fatto un bei pezzo di strada per migliorare il livello di immaginazione e stabilità, ma avevano superato gli altri di gran lunga in fatto di sicurezza in sé stessi e auto sufficienza. Pertanto con un fisico in buona forma possiamo tutti essere meno nevrotici, avere più immaginazione ed essere spesso più indipendenti.

Da lungo tempo molto di più si sa sui modi imprevedibili con cui la mente può controllare il corpo. L'ipnosi era nota ai greci antichi, ma fu dimenticata per essere poi riscoperta nel secolo XVIII da Anton Messner. L'ipnosi, però, come fenomeno generale non è attendibile — infatti non più del dieci per cento degli individui è ipnotizzabile profondamente mentre un altro trenta quaranta per cento è moderatamente 'suggestionabile'. Inoltre rende incosciente la persona mettendo in atto meccanismi di semplice reazione 'a uno stimolo che non sono razionali. Non sono in giustificati i timori popolani a proposito del 'potere' dell'ipnotizzatore (p. es. che qualcuno sotto ipnosi possa essere indotto a com mettere un assassinio) sebbene casi di questo tipo non si verifichino praticamente mai. Per questi e altri motivi analoghi l'ipnosi non ha fornito molti rimedi per i disturbi del comportamento. Ha tuttavia conseguito notevoli successi in anestesia: vi sono madri che hanno partorito sotto ipnosi con pochissimo anestetico chimico o addirittura senza. D'altro canto si può anche ottenere l'opposto dell'anestesia. Se l'ipnotizzatore dice a una donna che le brucerà il braccio con una sigaretta e poi la tocca con la punta di una matita, potrà apparire un segno bruno, rotondo di scottatura che, in certi casi, si è trasformato in una vescica. In casi del genere succede che la mente, convinta che il suo corpo sia stato bruciato, fa apparire gli stessi sintomi che apparirebbero se fosse stato bruciato davvero. Questo fatto dimostra come la mente possa far comparire una 'malattia' solo perché il soggetto è convinto di averla contratta.

Purtroppo la scienza tradizionale occidentale è stata troppo pronta a ignorare tali fenomeni. In Occidente, la possibilità di capire le più recondite interazioni fra mente e corpo è stata per lungo tempo impedita dal credo dell'ortodossia medica relativamente al modo con cui il sistema nervoso controlla il corpo; si diceva che il sistema nervoso fosse diviso in due parti: quella volontaria e quella involontaria. La parte volontaria del sistema com prende il cervello e i nervi attraverso i quali controlla i muscoli striati, cioè quelli che per mettono al corpo di muoversi volontaria mente come fanno, per esempio, i bicipiti delle braccia. La parte involontaria del sistema che, secondo quanto si riteneva, sfuggiva al nostro controllo diretto, pareva avesse scarso collegamento col cervello e le veniva attribuito il controllo della muscolatura liscia del corpo e delle varie ghiandole. I muscoli lisci formano un involucro intorno a parecchi organi interni, quali lo stomaco e i vasi sanguigni; fanno muovere il cibo attraverso il corpo e controllano fenomeni come il rossore. le perdite termiche, la sudorazione. Il cuore. un muscolo a sé stante, è un altro organo controllato dalla parte involontaria del sistema nervoso. La parte involontaria del sistema nervoso è tuttavia controllata da una parte specifica della mente di cui noi non siamo solitamente coscienti e che possiamo definire mente somatica. Questo, del resto, è il concetto che sta alla base del 'rivelatore di menzogna. Quando ci si trova in stato di tensione aumenta l'emissione di sudore, anche se sole di poco, e cresce in tal modo la conducibilità elettrica della pelle. Quando si dice una bugia in ciascuno di noi viene indotta una pur piccola tensione, sempre però sufficiente a indicare sul registratore elettrico un cambiamene nella conducibilità della pelle: la nostra voci può ingannare, ma la nostra pelle no. Con un esperimento è stato dimostrato quanto sicuro sia da parte del nostro io autentico la conoscenza della realtà. Ad alcuni soggetti vennero inflitte scosse elettriche dicendo loro che non sarebbe stata variata l'intensità; tutti i soggetti dissero che le scosse andavano diminuendo d' intensità, ma in realtà esse restavano agli stesso livello. La reazione della pelle, invece registrata per via elettrica, mostrò che la mente somatica sapeva sebbene il livello cosciente dell'individuo non sapesse. Per buon parte della nostra vita siamo sottoposti a uni stato di stress più o meno permanente: la maggior parte degli impegni di lavoro e della vita in famiglia implicano ostilità e frustrazioni e noi impariamo ad affrontarle con un complicato sistema di controlli sociali e personali. Ma il corpo 'sa' e reagisce in conseguenza. L'elevata pressione sanguigna, battito cardiaco accelerato, alti livelli adrenalinici ricorrenti e abnormi nonché eleva aumenti della temperatura cutanea (che poi sono causare eczemi) sono stati tutti identificati come conseguenza del vivere per lungo tempo in uno stato di stress.

Dunque, secondo quanto ci hanno insegnate c'erano due sistemi: uno che reagisce a ogni nostro comando (entro limiti ragionevoli) uno automatico fuori della portata della nostra mente e della nostra volontà. Quando ci giunsero le prime voci sulle strane attività che in lontane civiltà erano compiuto da sciamani, i racconti venivano scartati come parto della fantasia dei viaggiatori. La scoperta del feedback sta modificando questi concetti. Infatti, applicando le nuove tecnologie per ricavare informazioni dirette sul modo in cui funzionano queste varie parti intime 'automatiche' del corpo, gli scienziati hanno scoperto che possiamo imparare a controllare la pressione sanguigna e la velocità del battito cardiaco, a rilassare i singoli muscoli e perfino a controllare il funzionamento del cervello.

Il feedback ci pone tra le mani uno strumento per aiutare il corpo a soddisfare le esigenze imposte dalla mente cosciente nell'affrontare la vita moderna. Queste tecniche fanno sì che una persona possa avere dati immediati sul ritmo cardiaco, sulla pressione sanguigna o sullo stato di rilassamento dei muscoli. Se applicato ai muscoli, il feedback è stato di aiuto alla gente sia in casi di ansietà generale , che di crampi per ansietà in particolari muscoli di cui occorre far uso per un compito di particolare importanza. Chi se ne è avvalso ne ha ricavato sollievo dalla tensione fisica ed una serenità invidiabile. Però il risultato più stupefacente che si ha col feedback è il controllo ottenuto sui vasi sanguigni e sul cuore. Se ad una persona si da un segnale luminoso o acustico ogniqualvolta si ha un abbassamento della pressione sanguigna o un rallentamento cardiaco, e se ad essa si da la disposizione di far sì che il segnale continui a funzionare, l'individuo può imparare a ridurre da sé, a suo piacimento, la sua pressione sanguigna e il suo ritmo cardiaco (pur non avendo la minima idea di come lo fa). Tutto questo sta a dimostrare che almeno una parte di ciò che abbiamo considerato falsità e magia non è per nulla falsità e non è neppure magia. Sembra proprio possibile che a un adepto di yoga in stato di trance riesca di rallentare il funzionamento del suo corpo al punto da poter resistere senza cibo, acqua o aria per lungo tempo. Riesce anche possibile ad un derviscio di forarsi le due guance con una spada, ritirandola poi senza alcuna perdita di sangue. Così incomincia per noi la possibilità di giungere ad una spiegazione delle guarigioni per fede. Dicono gli scettici 'nessuna gamba spezzata si è mai aggiustata a Lourdes', e forse hanno ragione, ma essi sono a tal punto desiderosi di contestare l'aspetto 'superstizioso' di quelle guarigioni da non essere disposti ad ammettere le guarigioni che possono sopravvenire per effetto del funzionamento di meccanismi mentali che stanno appena incominciando ad essere individuati. È allo stesso tempo stupefacente e rassicurante potersi rendere conto che la mente è suscettibile di addestramento, analogamente al corpo; ed è giunto come una rivelazione a migliaia di persone il fatto di poter, con informazioni corrette e tecniche idonee, controllare in maniera assai più spinta di quanto avessero mai ritenuto possibile, il proprio stato emotivo, con tutto l'insieme di effetti che questo può avere sul corpo.

I fattori fisici — dieta inadatta o malattia — non sono i soli che inibiscono la crescita: anche bambini privati dell'affetto non raggiungeranno il loro optimum fisico. Condizioni più felici possono causare una crescita più rapida, pur entro certi limiti.

Le malattie del sistema nervoso, le malattie veneree e l'alcolismo sono tutte cause di impotenza. Lo sono pure i fattori psicologici quali l'ignoranza e il timore di essere respinti. Il mal di schiena, uno dei malanni più frequenti e più invalidanti, può essere causato dal sollevare pesi in modo errato. Sintomi analoghi possono essere presentati da una donna desiderosa di avere bambini, ma non in grado di averne.

L'asma è un disturbo della respirazione causato spesso da sensibilità a qualcuna fra molte sostanze. Vi sono però parecchi fattori mentali, ad esempio l'ansietà, che possono esserne in parte o totalmente la causa e imporre una cura psicologica.

I disturbi cutanei possono essere causati o da disturbi del sangue o da parassiti. Disturbi del genere verranno rivelati da campioni di sangue. In molti casi, però, le cause sono essenzialmente psicologiche, e fra esse la più notevole è lo stress.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.