Contattaci
Come il corpo condiziona il comportamento II mesomorfo ha spesso un desiderio di dominare, di essere importante tante, di gestire il potere.

Come il corpo condiziona il comportamento

La ricerca tende a confermare le vecchie credenze secondo le quali il modo con cui si è strutturati indica la maniera in cui di solito si reagisce alla vita.
Il comportamento umano è condizionato più di quanto si potrebbe credere dalla forma base del corpo. Ad ogni tipo corporeo corrispondono determinati schemi di comportamento, sebbene l'aggancio sia tutt'altro che solido e sicuro. A parte una lieve tendenza a diventare più endo-mesomorfo col passare degli anni, il tipo corporeo è fissato per ciascuno vita naturai durante. La personalità, però, per lo meno come appare nel comportamento quotidiano, è il risultato di una combinazione della costituzione fisica di base con le circostanze. È ovvio che la personalità sia più complessa della forma delle braccia, delle gambe, del torso: si può chiaramente dimostrare che A è tipicamente più mesomorfo di B, ma che B, per quanto meno aggressivo di A, può benissimo compensare questo fatto con una più forte volontà di dominare. (L'una e l'altra sono caratteristiche di personalità mesomorfe). Allo stesso modo C può essere più ectomorfo, più introverso e più sensitivo di D; ma D può possedere una maggior reattività nevrotica compensando con ciò in parte il divario e mascherando la differenza.

Sicché le tre caratterizzazioni che seguono sono valide solamente per coloro che posseggono un alto punteggio di uno dei tré tipi corporei principali. La maggior parte degli individui non corrisponde esattamente a uno di questi tipi, ma presenta una combinazione di essi più o meno complessa. Ogni tentativo di classificare per categorie la personalità umana deve essere trattato come una teorizzazione divertente e talvolta rivelatrice, piuttosto che alla .stregua di un fatto scientifico. Gli endomorfi sono caratterizzati soprattutto dal loro stato di distensione: in casi estremi la loro distensione può essere completa. Ciò condiziona tutto il corpo, il modo di agire e lo s stile di vita. Come i lineamenti sono arrotondati, così pure il movimento del corpo è tranquillo e senza scosse. Il respiro e il battito cardiaco sono lenti, pieni e regolari. L'individuo endomorfo reagisce con lentezza e può sembrare all'energico mesomorfo e all' ectomorfo reattivo più passivo di quanto non sia. Ciononostante c'è un marcato fattore di compiacimento e una tendenza a ricavare il meglio da tutte le situazioni senza por mente al futuro. Questo, a volte, può apparire agli altri come una indifferenza che fa rabbia.

L'altra faccia della medaglia è la tolleranza nonché una accettazione del prossimo, delle consuetudini e delle situazioni. Tutto ciò sta a indicare che solitamente gli endomorfi sono socievoli.
Coloro che sono in cerca di posizioni di potere assumono talvolta deliberati atteggiamenti di comando con le spalle spinte indietro e il capo eretto. Al mesomorfo non occorre far ricorso a tale artificio poiché per lui si tratta di un atteggiamento normale: il suo busto è tenuto eretto, con la colonna vertebrale ben diritta, il petto spinto in avanti e l'addome (sempreché non si tratti di un obeso) tirato in dentro; anche l'espressione del viso può sembrare fissa. Tutto presenta l'aspetto di chi è pronto per l'azione.

II mesomorfo ha spesso un desiderio di dominare, di essere importante tante, di gestire il potere. Questo tratto manifestarsi con forme di generosità espansività che ricordano superficialmente socievolezza dell'endomorfo. Però quando insorgono delle difficoltà la differenza si fa evidente: l'endomorfo tende semmai a diventare più socievole e può anche ritirarsi dall'azione. L'azione, invece, è per il mesomorfo un rifugio dalle preoccupazioni e ancora, una soddisfazione di per se stessa
II mesomorfo tipico ha marcata tendenze competitività ed ha una elevata carica di iniziativa e intraprendenza; è aggressivo nel miglior senso della parola ed è relativamente insensibile al dolore: l'esercito cerca i mesomorfi.
La struttura fisica del mesomorfo è un fattore essenziale nel successo atletico, ma tali sono anche il suo piacere e la sua necessità dell'esercizio fisico. L'amore per l'avventura si accompagna a questa esigenza, ma a volte può trasformarsi in un amore del rischio. Il mesomorfo è spesso un 'rischiatutto' e un giocatore d'azzardo.

L' ectomorfo tipico, esile e sensitivo, è estremamente, anche eccessivamente sensibile agli stimoli interni ed esterni del corpo; si allarma facilmente e tende a essere difficile da accontentare per la sua dieta, preferendo cibo di buona qualità con un alto contenuto di proteine, ma non troppo voluminoso. È probabile che soffra di disturbi dell'apparato digerente, come per esempio di stitichezza. È particolarmente sensibile al dolore e trasale facilmente. La sua consapevolezza intima di una certa debolezza lo rende alquanto simile a un ipocondriaco.
All'apparenza può essere ipersensibile; ha vista e udito acuti e perde ben poco di quanto succede intorno a lui. Questo rischia di procurargli dei guai specialmente se si trova in associazione con una tendenza nevrotica, dato che l'individuo finisce per tentar di occuparsi contemporaneamente di questioni provenienti da fonti diverse. Si turba facilmente; reagisce prontamente, a volte troppo prontamente, e tentenna di fronte a se stesso. Da questi connotati risulta che l'ectomorfo è solitamente una persona che si padroneggia energicamente, che per operare al meglio delle sue possibilità deve poter vivere una vita ben regolata. Spesso il suo atteggiamento è teso e i suoi movimenti non sono spontanei; spesso ingobba le spalle. In conversazione l'ectomorfo può apparire ambiguo, titubante o riservato quando in realtà egli è probabilmente più conscio dei fatti di chiunque altro. In tempo di crisi è probabile che si ritragga a cercare la solitudine. L'ectomorfo ha tendenza a dar buoni risultati nei test di intelligenza e nelle prove d'esame e ad assorbire rapida- mente nuove informazioni.

Nella conduzione degli affari di una nazione presto o tardi occorrono tutte le abilità: quindi non c'è da stupirsi che fra i capi risultino rappresentati tutti i tipi corporei. Harold Wilson, un marcato endomorfo, per l'intero suo periodo di comando era noto come l'uomo dei compromessi, il pacificatore; Henry Kissinger, lievemente meno endomorfo, si meritò la fama di negoziatore: in quanto endo-mesomorfo era prevedibile che egli dovesse imporsi in maniera più spiccata di Harold Wilson. La natura energica, dominante, del mesomorfo classico ha naturalmente prò, molti capi politici fra i quali Stalin è un esempio che fa testo. Churchill, dal canto suo un meso-endomorfo, non mancava davvero né di di risolutezza ne di energia, ma essendo essenzialmente un conservatore, era più propenso a tenere il mondo tale e quale come lo conosceva conosceva piuttosto che mutarlo, un riflesso, forse, del fatto di essere in parte un endomorfo. John F. Kennedy, meso-ectomorfo, spiccava per una combinazione di energia e di introversione, uh uomo energico e ricco di iniziativa temperata in base a principi e ideali ben saldi. Un notevole numero di meso-ectomorfì o di ecto-mesomorfì raggiungono posizioni di comando perché la combinazione di energica iniziativa e riflessione, sensibilità e acutezza costituisce un notevole vantaggio per chi esercita il potere.

De Gaulle rimuginava i problemi di politica per mesi (a volte addirittura per anni) per poi presentare i risultati delle sue decisioni in forma profetica. Egli possedeva un alto grado di caratteristica ectomorfica accompagnandola con un ascetismo intrepido. Woodrow Wilson, un tipo ectomorfo più spiccato, era ossessionato da un ìdeale, e la sua devozione ad esso lo spinse col tempo all'isolamento. Studioso assai più profondo di De Gaulle, era anche un crociato morale: la Lega delle Nazioni fu la sua idea fìssa, ma la sua incapacità di giungere a compromessi e di guadagnare alla sua causa avversali del coinvolgimento degli Stati Uniti determinò la mancata adesione del suo stesso paese.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.