Contattaci
Gli apparati circolatorio, polmonare e renale, in gravidanza subiscono un sovraccarico di lavoro che può incidere negativamente sul loro funzionamento

Gli apparati circolatorio, polmonare e renale, in gravidanza subiscono un sovraccarico di lavoro che può incidere negativamente sul loro funzionamento

La vita di un uomo inizia nel momento in cui l'ovocellula femminile viene fecondata dalla cellula germinale maschile, lo spermatozoo. In teoria ciò dovrebbe avvenire fra il 16° e il 12° giorno precedente la data prevista per la nuova mestruazione, quando l'ovocellula, giunta a maturazione nell'ovaio, scende nella tuba e incontra lo spermatozoo maschile risalito dalla vagina. Tuttavia la donna sospetta un inizio di gravidanza solo una quindicina di giorni dopo che è avvenuta la fecondazione, quando il flusso mestruale non appare alla data prevista. Per la scienza medica l'inizio della gravidanza risulta solo dopo che prove di laboratorio abbiano dimostrato la presenza nell'urina di un particolare ormone, la ganadotropina corionica, prodotta dalla placenta l'organo che si forma contemporaneamente alla evoluzione dell'embrione, e che consente lo scambio di sostanze nutritive fra madre e figlio fin dalle primissime fasi del suo sviluppo. Oggi per rilevare la presenza di detto ormone, si usano quasi esclusivamente test immunochimici, di rapida e sicura interpretazione, che vanno compiuti su un campione di urina raccolto di mattino al risveglio, dieci giorni dopo la mancata mestruazione. Prima di tale data, il test non da risposta sicura.

Se l'inizio della gravidanza sfugge al controllo della donna e dell'uomo, a loro resta invece la piena responsabilità di metter al mondo un nuovo essere umano.
Gli psicologi dicono che, se una gravidanza procede, è segno che la donna l'ha più o meno consapevolmente accettata. Questo può essere vero se si analizzano le cose « dopo ». Ma ciò non toglie che spetti alla coppia, e non alla sola donna, l'impegno di programmare la vita d'un figlio nel momento e nelle condizioni migliori. Se uno solo dei due partner desidera il figlio, come mezzo di rivalsa e sopraffazione sull'altro o per dimostrare la propria capacità sessuale; o se il figlio è desiderato dalla coppia come simbolo di un certo status (continuità del nome, di una fortuna economica, ecc.) quel figlio presto o tardi soffrirà d'essere al mondo per motivi diversi dal suo essere uomo; e i genitori stessi vivranno la maternità e la paternità più faticosamente.
Sta ai genitori approfondire e chiarire a se stessi i motivi per cui desiderano un figlio, così da programmare la gravidanza nel momento più felice: quando la coppia è psicologicamente unita e matura, e quando le condizioni dei due partner sul piano fisiologico e genetico siano tali da far prevedere una gestazione normale. Da ciò, la necessità non solo di un controllo prematrimoniale; ma anche di controlli me dici specialistici nel corso del matrimonio, sia per la donna che per l'uomo. Infatti, da una parte, è necessario valutare attenta mente le condizioni generali della donna, per decidere se è in grado di sopportare una gravidanza. Gli apparati circolatorio, polmonare e renale, in gravidanza subiscono un sovraccarico di lavoro che può incidere negativamente sul loro funzionamento; disturbi a tali apparati possono far sconsigliare o almeno suggerire di rinviare una maternità. D'altra parte vanno prese in considerazione le eventuali malattie ereditarie o trasmissibili, sia della moglie che del marito.
Citiamo due esempi noti, ma spesso sottovalutati: la donna, nella cui ascendenza si siano verificati casi di emofilia, che è sana ma trasmette la malattia ai figli maschi e la donna diabetica « compensata », apportatrice, senza personali conseguenze, di una forma diabetica, ma può dare vita a figli gravemente diabetici. Difficoltà di questo genere emergono, alla vi sita medica, dalla normale anamnesi della paziente, senza ricorrere allo studio della mappa cromosomica.

Un discorso analogo e oggi molto attuale si potrebbe fare per genitori che siano abitualmente dediti alla droga. In tale caso si impone la massima cautela proprio perché tuttora non si è in grado di valutare quali conseguenze potrebbero aversi sui figli. Anche malattie infettive superate da poco, l'uso di determinati farmaci o psicofarmaci, un periodo di stress particolare o di eccessivo affaticamento fisico o nervoso possono condizionare negativamente lo svolgimento della gravidanza. Se la famiglia attraversa un periodo difficile sotto il profilo economico sociale o affettivo, l'attesa di un figlio o di un altro figlio è sconsigliabile; la futura madre ha bisogno di un'atmosfera serena. Se poi la coppia ha già un altro figlio, dovrà tener conto anche delle esigenze materiali e psicologiche di quest'ultimo.
Si veda il capitolo dedicato al rapporto fra neonato e fratelli, e si tenga conto anche di situazioni concrete ben precise che potrebbero creare difficoltà sia ai genitori che al bambino maggiore: per esempio se il parto o il periodo immediatamente successivo coincidono con un necessario e previ sto intervento operatorio al maggiore; o se il fratellino nuovo nasce esattamente al momento in cui il maggiore incomincia ad andare all'asilo (potrebbe interpretare l'allontanamento da casa come una punizione o come un guaio che gli capita per colpa del nuovo nato).

I casi possono essere molti, diversi da famiglia a famiglia. Tutto questo non vuoi dire essere razzisti a livello familiare o di coppia ne antepor re al valore di un figlio altri valori giudicati normalmente « più vili »; significa piuttosto rendersi consapevoli dell'impegno assunto verso un figlio, che entra in un mondo già irto di difficoltà.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.