Contattaci
Il sistema nervoso autonomo si divide in due parti, il simpatico e il parasimpatico.

Il sistema nervoso autonomo si divide in due parti, il simpatico e il parasimpatico.

II sistema nervoso è costituito da organi la cui funzione è essenzialmente quella di raccogliere e decifrare stimoli che provengono dall'esterno o dall'interno dell'organismo e di elaborare azioni coordinate. Dette azioni si possono dividere in due categorie e cioè di tipo volontario o involontario (attività riflesse). Il sistema nervoso comprende tre parti: il sistema nervoso centrale, il sistema nervoso periferico e il sistema nervoso autonomo o vegetativo.
Il sistema nervoso centrale è, a sua volta, distinto in encefalo e midollo spinale, che si trovano rispettivamente nell'interno del cranio e nel canale vertebrale . Il sistema nervoso periferico è connesso al sistema nervoso centrale ed è formato da nervi e gangli. I nervi sono fasci di fibre nervose e sul loro decorso sono intercalati i gangli (organi costituiti da addensamenti di corpi cellulari). I nervi encefalo-spinali si dividono in nervi spinali (3 paia) e nervi cefalici o cranici (12 paia).
Sono questi tipi di nervi che emergono direttamente dal sistema centrale e che hanno la funzione di condurre impulsi e/o stimoli. Il sistema nervoso autonomo si divide in due partì, il simpatico e il parasimpatico. Esso provvede a regolare le funzioni degli organi interni, quelle funzioni, come il battito cardiaco, la circolazione sanguigna, la respirazione ecc. che costituiscono la vita vegetativa e che si svolgono indipendentemente dalla nostra volontà.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.