Dizionario medico  
 
 
PRONTO SOCCORSO  
 
  Disclaimer medico  

SEGUICI SU


Voglio ricevere la newsletter dal sito Medicina33.com

Sezioni Mediche

Informazioni su

Contattaci
Incompatibilità fra farmaci e alimenti

Incompatibilità fra farmaci e alimenti



Nei foglietti illustrativi che si trovano nelle confezioni dei farmaci c'è scritto di tutto, ma non c'è la minima indicazione dell'eventuale incompatibilità tra i farmaci stessi e gli alimenti comuni. Tale mancanza può produrre qualche rischio, come quello segnalato dall'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) che ha messo in guardia medici e pazienti sull'assunzione contemporanea del succo di pompelmo e di alcuni farmaci; sarebbe sufficiente un bicchiere di tale succo per interferire con il metabolismo di molte sostanze medicinali.
La scoperta risale a una ventina di anni fa, ma solo recentemente sono state identificate le molecole a rischio combinazione, come le statine presenti nei tarmaci assunti dalle persone che hanno il colesterolo alto. Bere una spremuta di pompelmo e assumere contemporaneamente le pillole anti colesterolo può creare problemi seri a livello muscolare.

Ma ci sono altri alimenti che, ingeriti quando si segue una determinata terapia, possono produrre conseguenze negative: ad esempio i latticini e i loro derivati, ricchi di calcio come sono, incidono sull'assorbimento degli antibiotici o degli antimicotici.
Anche il pesce e certe verdure come le rape, la lattuga, gli spinaci, i fagioli ricchi di vitamina K vanno consumati con moderazione da chi è in terapia con anticoagulanti orali perché affetto da patologie cardiovascolari. Le banane e le arance, ricche di potassio, non vanno d'accordo con gli ace inibitori, contenuti nei farmaci che combattono l'ipertensione e altre malattie cardiovascolari.

Che fare, allora?
In attesa che venga definita la quantità dei diversi alimenti che possono interferire con i farmaci, vale il principio della cautela: meglio consumare porzioni non eccessive degli alimenti che possono creare qualche problema (non evitarli del tutto). Ma conta soprattutto il parere del medico curante, al quale sempre bisogna chiedere consigli.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.