Contattaci
Ginecologia : qualche domanda al medico su menopausa e dintorni

Qualche domanda al medico su menopausa e dintorni

- Quando comincia la menopausa?
All'inizio c'è una variazione del ciclo mensile che si manifesta ogni 25-26 giorni invece di 28. Poi, a causa delle fluttuazioni ormonali, i tempi si allungano. Alla scomparsa del ciclo un esame dei sangue confermerà che il periodo fertile è finito.

- In menopausa si tende a ingrassare?
In alcuni casi la menopausa coincide con un aumento del grasso corporeo (4-5 chili) sia perché la carenza di ormoni femminili toglie tonicità ai muscoli e deposita grasso sulla panda e sulle braccia, sia perché la donna - forse per gratificarsi - tende a mangiare di più.

- Che fare contro le "vampate "?
Bere molta acqua, evitare i cibi speziati, ricorrere a tisane a base di salvia o di biancospino, fare esercizi yoga. Ma soprattutto, siccome i colpi di calore sono dovuti a carenza di estrogeni, va seguita sotto controllo del medico una terapia ormonale sostitutiva.

- La terapia ormonale difende anche dall'infarto?
Questa ipotesi, avvalorata da ricerche sperimentali effettuate in America e in Europa negli ultimi anni, è stata definitivamente scartata recentemente. Gli estrogeni assunti in menopausa non costituiscono una barriera contro le malattie cardiovascolari.

- La terapia ormonale serve comunque contro l'osteoporosi?
Si. Infatti, nei casi in cui si sospendono gli ormoni, ricomincia la perdita di massa ossea. Tuttavia perché la terapia ormonale sostitutiva sia davvero efficace nel combattere l'osteoporosi è necessario seguirla per almeno cinque anni.

- In menopausa aumentano i problemi della vista?
La produzione di liquido lacrimale diminuisce a causa del calo ormonale e ciò crea conseguenze alla congiuntiva e alla cornea. Il medico saprà consigliare una terapia sostitutiva adeguata. Dalle staminali derivano speranze per ritardare la menopausa? Negli Usa ricerche di laboratorio hanno stabilito che le cellule staminali dei topi sono in grado di generare nuovi ovuli anche in età avanzata. Se le cellule staminali ovariche venissero individuate anche nelle donne, gli interventi contro l'infertilità e la menopausa potrebbero essere migliorati.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.