Contattaci

Che differenza c'è tra pudore e vergogna?

Che differenza c'è tra pudore e vergogna?

II pudore è quel sentimento che, di solito in situazioni legate alla sessualità, provoca istintive reazioni di difesa, come il coprirsi o il nascondersi, o svela, nel rossore, o nel gesto di abbassare gli occhi, un'esitazione, un lieve timore, un bisogno di non affrettare le cose.
La cultura e la mentalità influenzano moltissimo il senso del pudore, tanto è vero che certi comportamenti, come l'andare in giro nudi, sono molto naturali in alcune società, e sconvenienti in altre. Ma il pudore non va considerato solo come il riflesso dei tabù sociali. È anche un sentimento molto istintivo, una specie di termometro personale per capire quanto una situazione ci sia davvero congeniale, oppure no.

Il pudore è più vicino alla riservatezza che alla vergogna. Infatti la vergogna è legata al giudizio degli altri, ed è spiacevole, mentre il pudore riguarda soprattutto se stessi, e i propri desideri. Quindi va rispettato.
A meno che non diventi un freno e non impedisca di vivere con naturalezza la sessualità, il pudore è solo un mezzo che inconsapevolmente si usa per avvicinarsi alle esperienze con gradualità, senza fretta e senza forzature.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.