Contattaci

Quali sono i benefici delle terme e della termoterapia? A cosa servono le acque carboniche, le acque sulfuree e le acque salsobromoiodiche?

Quali sono i benefici delle terme e della termoterapia? A cosa servono le acque carboniche, le acque sulfuree e le acque salsobromoiodiche?

L'Italia è ricchissima di fonti termali, e conseguentemente di centri molto attrezzati, dove è possibile sfruttare i benefici delle acque con differenti terapie: inalazioni, bagni, fanghi, massaggi, idroterapia (doccia o immersione in speciali piscine). La terapia termale sfrutta le peculiarità delle acque come si trovano in natura: le acque carboniche, per esempio, hanno la capacità di abbassare la pressione arteriosa e sono quindi indicate non solo per questo disturbo, ma anche per migliorare in genere la circolazione sanguigna. Le acque sulfuree sono utilissime nella cura e nella prevenzione delle malattie a carico dell'apparato respiratorio e sono consigliate quindi a chi soffre spesso di raffreddori e sinusiti. Le acque salsobromoiodiche sono benefiche contro artrosi e artriti, tolgono alle gambe gonfiori e pesantezza dovute a cattiva circolazione. Tutte le terapie termali devono essere prescritte dal medico.

Termoterapia
È una terapia che impiega, per la cura di alcune malattie, gli effetti che produce il calore. È alla base dei seguenti trattamenti:

Sauna.
Si tratta di una stanza piuttosto piccola costruita in legno, in cui il calore, prodotto da pietre riscaldate all'interno del locale, raggiunge la temperatura di 80-90 gradi. Nel corso di una sauna si succedono diverse fasi caratterizzate da tré diversi tipi di calore: un calore asciutto, che favorisce la traspirazione e pulisce la pelle; un calore più umido, che si ottiene versando acqua sulle pietre e che ha l'effetto di tonificare il corpo; un calore decisamente umido, assai efficace, in genere, nella cura delle infiammazioni della gola e delle vie respiratorie.

Raggi infrarossi
Sono quelle radiazioni emesse da qualunque corpo caldo. In terapia vengono somministrati attraverso un'apparecchiatura costituita da una emittente racchiusa in un involucro di porcellana. Sono indicati nel trattamento dei reumatismi, delle lombaggini, delle nefriti, e come analgesici nelle fasi acute dolorose. La distanza dall'apparecchio durante la seduta non deve essere inferiore ai quindici centimetri.

Coperta calda
In genere si tratta di una coperta elettrica che avvolge completamente il corpo, già chiuso in un lenzuolo di plastica, favorendo sudorazioni abbondanti. È indicato contro l'obesità e i disturbi reumatici.

Bagno di paraffina
Consiste nell'immersione della parte malata in un bagno di paraffina liquida di temperatura intorno ai 46 gradi. Il trattamento dura circa 10 minuti, trascorsi i quali la parte bagnata viene avvolta in un involucro di carta oleata e poi in un sacchetto di plastica avviluppato da un asciugamano. Dopo venti minuti, viene tolta la paraffina e la parte interessata è posta sotto un getto d'acqua fredda. È impiegato contro l'artrite e i disturbi reumatici. È controindicato nel caso di disturbi circolatori.





   

Scarico di Responsabilità: 

MEDICINA33.COM e collaboratori non sono legalmente obbligati o responsabili per eventuali errori contenuti in questo documento, o per ogni speciale, incidentale o consequenziale danno che sia stato causato o che si supponga sia stato causato direttamente o indirettamente dalle informazioni contenute in questo documento.

Prima di seguire qualsiasi consiglio letto in questo sito (MEDICINA33.COM) è suggerito che consultiate il vostro medico e seguiate i suoi consigli.